Dramma al Giro, muore un cicloamatore

Un pensionato americano stava salendo a Prà de Plana quando è stato colto da malore. Raffica di svenimenti per il caldo

    di Enri Lisetto

    PIANCAVALLO. Stava probabilmente prendendo posto per ammirare il passaggio del “biscione rosa” del Giro d’Italia che di lì a poco avrebbe affrontato la salita per Piancavallo. Purtroppo quel passaggio non ha potuto vederlo: colto da malore, è morto prima, davanti agli occhi dei tanti sconcertati passanti che hanno allertato i soccorsi.

    L’imprevisto è accaduto alle 10, sulla Aviano-Piancavallo. Era partito da casa, da San Quirino, da solo. Aveva percorso le strade che portano ad Aviano e, una volta attraversata la Pedemontana, aveva imboccato la strada verso la stazione turistica pordenonese per vedere il passaggio dei ciclisti. Ha percorso solo poco più di un chilometro, prima di accusare un malore all’altezza di Prà de Plana.

    Le sue difficoltà sono state immediatamente notate dai tanti passanti che salivano a Piancavallo per il Giro d’Italia, che hanno allertato il 118. Sul posto sono giunte un’ambulanza (in zona, per l’evento ciclistico, ne erano state schierate diverse) e l’elicottero da Udine. I tanti tentativi di rianimazione si sono rivelati, purtroppo, vani. L’uomo non ce l’ha fatta. Si tratta di T.D. (gli inquirenti non hanno ritenuto di fornire le generalità complete), 63 anni, originario degli Stati Uniti d’America e da tempo residente a San Quirino. Fino alla pensione aveva lavorato, come civile, alla Base di Aviano, struttura militare dove la moglie del ciclista tuttora insegna nelle scuole americane.

    La salma è stata trasferita al Centro di riferimento oncologico, a disposizione dell’autorità giudiziaria: dell’episodio è stato informato il pubblico ministero di turno Maria Grazia Zaina. Sul fatto hanno stilato un rapporto i carabinieri del Nucleo radiomobile della Compagnia di Sacile e della stazione di Aviano.

    Quello del ciclista americano è stato l’episodio più grave tra quelli correlati al passaggio del Giro d’Italia. Il personale del 118, infatti, schierato in forza ieri lungo la Pedemontana e a Piancavallo, ha effettuato quattro interventi a margine della kermesse ciclistica.

    In particolare, a essere colti da malore, forse per il caldo e per l’attesa sotto il sole, sono stati quattro volontari della protezione civile. Uno di Cavasso Nuovo, in particolare, è svenuto nelle vicinanze del traguardo volante e, soccorso dal personale sul posto, è stato trasferito all’ospedale Santa Maria degli Angeli di Pordenone: le sue condizioni, tuttavia, non destano particolare preoccupazione.

    Un altro malore, infine, che ha richiesto l’intervento del 118 si è avuto a Erto e Casso, mentre il pubblico attendeva il passaggio della carovana in rosa diretta verso il Veneto.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    23 maggio 2011
    Casa di Vita

    Come gestire gli attacchi di fame

    Altri contenuti di Cronaca

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ