Rapina col manganello, due a giudizio

VARMO. Due assoluzioni e due rinvii a giudizio sono stati decisi dal gup del tribunale di Udine, Roberto Venditti, per la rapina avvenuta a Belgrado di Varmo il 12 marzo 2010. Murad Dudaev, 22enne di...

    VARMO. Due assoluzioni e due rinvii a giudizio sono stati decisi dal gup del tribunale di Udine, Roberto Venditti, per la rapina avvenuta a Belgrado di Varmo il 12 marzo 2010. Murad Dudaev, 22enne di origini russe ma da tempo residente a Pordenone, difeso dall’avvocato Franco Vampa, e Stefano Nadin, 24enne di Sacile, assistito dall’avvocato Luca Sebastianutto, sono stati assolti per non avere commesso il fatto. Decreto di rinvio a giudizio, invece, per Gianfranco Manconi, 35 anni, di Pordenone, già pesista di fama nazionale, e per il romeno Gheorghe Ples, 24 anni, da tempo domiciliato a Pordenone. Il processo comincerà il 10 luglio davanti al tribunale collegiale.

    All’origine della rapina, stando al capo d’imputazione, rapporti commerciali a seguito di un debito non saldato e divenuto esecutivo in virtù di un provvedimento del tribunale di Udine. Manconi e Ples, in concorso, avrebbero colpito con un manganello metallico Adelio Governo, facendolo cadere a terra (7 giorni di prognosi) e impossessandosi di 130 euro tenuti nel portafogli. In un primo momento, gli inquirenti avevano ritenuto «concorrenti morali» della rapina Dudaev e Nadin. Ieri, per entrambi, lo stesso pm ha chiesto l’assoluzione.

    27 marzo 2012
    Casa di Vita

    La tavola di Pasqua

    Altri contenuti di Cronaca

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ