Lega: lettere, sms e veleni alla vigilia del congresso

Basso a Narduzzi sui messaggini pro Turchet: «Sono miei, serviva la Digos?». Le candidature potrebbero ridursi a due. Domani dalle 9.30 i lavori a Prata

    di Stefano Polzot

    PORDENONE. Alla vigilia del congresso della Lega nord tornano le lettere anonime. Così come era avvenuto in occasione della conferma di Enzo Bortolotti alla carica di segretario, alcune buche delle lettere di militanti sono tornate a riempirsi di accuse contro questo o quel esponente di punta del partito.

    Sembra una costante nel Carroccio quando si arriva al momento delle scelte per un appuntamento atteso che rappresenta il primo confronto tra gli iscritti da quando lo scandalo sull’utilizzo dei rimborsi elettorali del partito ha travolto il segretario federale, Umberto Bossi.

    Non è anonimo, invece, lo scontro sull’uso degli sms inviati agli iscritti per annunciare la candidatura di Stefano Turchet alla guida del partito. Un uso improprio di informazioni riservate per il quale Danilo Narduzzi ha chiesto verifiche sull’intestatario del numero cellulare di partenza che si è rivelato.

    Si tratta del leghista Alberto Basso. «Mi chiedo - afferma - dove sia una così grave violazione tanto da scomodare la Digos. Qualora fosse accertato che ci possano essere istituzioni dello Stato al servizio del singolo per interessi personali, sarebbe una cosa gravissima. Se c’è una indagine in corso, c’è da capire quale sia il reato. Ebbene - conclude Basso - è chiaro che essendo io l’intestatario del telefonino in questione, mi riserverò ogni azione di tutela nelle opportune sedi».

    Sul fronte politico rimangono in piedi i due blocchi di candidature: da un lato Enzo Dal Bianco e Fabio Sirocco, che fanno riferimento a Narduzzi, con il secondo destinato a convergere sul primo; dall’altro Turchet e l’assessore provinciale, Stefano Zannier, appoggiati da Bortolotti. Negli ultimi tempi sembra essere emersa la possibilità che sia Zannier il candidato che andrà poi allo scontro finale potendo contare su un’area, lo spilimberghese, storicamente leghista.

    «Ci saranno sicuramente sorprese - assicura Bortolotti - e chi dava per scontato l’esito rischia di sbagliarsi». Ostenta ottimismo invece Narduzzi: i suoi sottolineano che i numeri sulla carta danno ragione al capogruppo a Trieste.

    I lavori congressuali, al teatro Pileo di Prata, prenderanno il via domani alle 9.30, presieduti dal segretario regionale, Pietro Fontanini. Dopo i saluti degli ospiti, le relazioni dei quattro candidati e il dibattito che si concluderà intorno alle 13. Nel primo pomeriggio le repliche e dalle 14.30 circa l’avvio delle votazioni, senza la possibilità, per gli iscritti, di delegare altri. Il verdetto finale, con la nomina del segretario e dei 10 membri del direttivo (19 i candidati) intorno alle 17.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    DIRETTA TWITTER

    DOMANI SUL SITO

    www.messaggeroveneto.it

    21 aprile 2012

    Lascia un commento

    Casa di Vita

    Il menu di Pasqua di Casa di vita

    Altri contenuti di Cronaca

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ