Quotidiani locali

Vai alla pagina su Benessere
Mal di testa dei bambini, dieci falsi miti da sfatare

Mal di testa dei bambini, dieci falsi miti da sfatare

Non è solo un problema degli adulti, ne soffrono 10 bambini e adolescenti su 100. Non ci si deve rassegnare al dolore e va seguita la strada della prevenzione. I consigli degli esperti dell'ospedale Bambino Gesù di Roma

Mal di testa nei bambini, dieci miti da sfatare Il mal di testa non è solo un problema degli adulti, anzi, ne soffrono 10 bambini su 100. Chi ne soffre non deve rassegnarsi al dolore e può fare prevenzione. Gli esperti dell'ospedale Bambino Gesù di Roma sfatano dieci luoghi comuni del mal di testa che colpisce i più piccoli (di Cinzia Lucchelli)

Dai rimedi fai da te alla cura con l’aerosol, sono tante le convinzioni errate sul mal di testa pediatrico, un problema che nelle sue varie forme colpisce circa 10 bambini e adolescenti su 100.

leggi anche:

Su origine e soprattutto rimedi c’è ancora confusione. Per questo gli esperti del Bambino Gesù di Roma hanno preparato un decalogo con i falsi miti legati al mal di testa dei bambini, partendo dal dato di fatto che i mal di testa non sono tutti uguali. Ne esistono vari tipi con manifestazioni e terapie diverse. La prima distinzione è tra cefalee primarie e cefalee secondarie. Nelle cefalee primarie (emicrania, cefalea tensiva e cefalea a grappolo) il dolore alla testa è la malattia; in quelle secondarie è sintomo di un'altra malattia (ad esempio l’influenza o patologie gravi come le encefaliti). La forma di cefalea primaria più diffusa tra i piccoli è l’emicrania: colpisce oltre l’8% dei bambini e dei ragazzi. Può essere invalidante e la sua insorgenza è predisposta dalla presenza di famigliari che ne soffrono.

 

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro