Cyberspionaggio: verifiche pm su legami Occhionero con P4

Roma, 11 gen. - Giulio Occhionero potrebbe aver lavorato in passato con esponenti della P4, acquisendo dati riservati utili (per finalita' ancora da capire) all'organizzazione segreta su cui ha indagato tra il 2010 e il 20111 la magistratura di Napoli. E' questa la nuova ipotesi investigativa che la Procura di Roma intende approfondire dopo aver scoperto, tramite la Polizia Postale, che l'ingegnere nucleare, in carcere assieme alla sorella con l'accusa di aver svolto un'attivita' di cyberspionaggio, si sarebbe servito di uno dei quattro malware (gia' emersi nell'indagine partenopea) per portare avanti 'un'attivita' di esfiltrazione di dati e dossieraggio illecito'. Nella sua ordinanza di custodia cautelare, e' lo stesso gip Maria Paola Tomaselli a ricordare che le indagini romane hanno appurato come, 'in una versione del virus diffusa alla fine del 2010' i dati carpiti dai pc infettati dai fratelli Occhionero 'siano stati inviati a una serie di indirizzi mail (purge626@gmail.com, tip848@gmail.com, dude626@gmail.com e octo42@gmail.com) che risultavano gia' essere emersi nel luglio del 2011' nell'ambito dell'inchiesta sulla cosiddetta P4, l'organizzazione che avrebbe avuto l'obiettivo di manipolare notizie riservate o segrete per controllare l'assegnazione di appalti e influenzare eventuali nomine. Il primo indirizzo mail, secondo il gip, 'sarebbe collegato a operazioni di controllo da parte dall'uomo d'affari Luigi Bisignani nei confronti dell'allora onorevole Alfonso Papa e delle Fiamme Gialle'. Tuttavia, sostiene il gip, 'erano gia' evidenti indizi gravi, precisi e concordanti che a utilizzare negli anni l'EyePiramid e i suoi aggiornamenti fosse stata sempre la stessa persona'. Questo perche' 'il codice era sempre stato lo stesso, con la logica conseguenza di poter ritenere che il malware fosse stato gestito nel tempo dalla stessa persona o dalla stessa organizzazione'. Ora, dalle carte dell'istruttoria romana non risultano affatto contatti e rapporti tra Occhionero e Bisignani ma il sospetto che l'ingegnere nucleare avesse collaborato comunque con pezzi della P4 e' meritevole di indagine. .


Lascia un commento

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONE

Sconti sulla stampa e spedizioni gratis