Quotidiani locali

Fibra ottica, accordo Comune-Vodafone

Entro fine ottobre anche a Pordeone navigazione e download veloci disponibili per l’80% della popolazione cittadina

PORDENONE. E’ come se da un’autostrada a due corsie si fosse passati a una a dieci: così è stata spiegata la rivoluzione della fibra ottica in città. Una novità particolarmente cara al sindaco Claudio Pedrotti, amante dell’innovazione e delle nuove tecnologie.

«La competitività passa attraverso la banda disponibile – ha affermato –. Come amministrazione, in tutti i lavori, abbiamo sempre interrato dei cavidotti in grado di ospitare anche questo tipo di tecnologia».

La possibilità di arrivare in città è stata offerta a tutti, ma la prima società che ne ha approfittato è stata Vodafone. «La lungimiranza del Comune di aver predisposto adeguata tubatura ha un doppio vantaggio – ha sottolineato Fabio Peloso, direttore dell'Area Nord est di Vodafone – raggiungere la stragrande maggioranza della popolazione e farlo con interventi non invasivi».

Attualmente, l’area coperta è del 70 per cento del territorio. Entro fine ottobre la compagnia telefonica conta di raggiungere l'80 per cento: le aree più periferiche, al momento, non saranno coperte dal servizio proprio per l’invasività che avrebbe l’intervento.

In questo modo Pordenone entra nel novero dei comuni italiani più all’avanguardia rispetto agli obiettivi recentemente fissati dal Governo nel piano per la banda ultralarga, con benefici e maggiore competitività per cittadini, imprese e pubblica amministrazione.

Concretamente, la fibra ottica attualmente collega la centrale con le cabine diffuse in città, ogni cabina serve circa 200 famiglie. Una volta realizzato questo tratto di collegamento, raggiungere la singola abitazione è cosa da poco e può essere fatta da chiunque voglia sottoscrivere un adeguato abbonamento a Vodafone.

Ma sono anche altre le società telefoniche che hanno chiesto la possibilità di usufruire di questa tecnologia e che sbarcheranno a breve a Pordenone.

Per raggiungere questo risultato, Vodafone ha investito 3,2 milioni di euro e prevede di raggiungere con il servizio in fibra ottica circa 23 mila unità abitative, pari all’80 per cento della popolazione cittadina, entro la fine di ottobre.

Un vantaggio per i privati, che possono godere di velocità nella navigazione e nel download decisamente migliori, ma soprattutto per le aziende che potranno avere un vantaggio sia per il loro lavoro ma anche per i servizi accessori, quale, ad esempio, la videosorveglianza.

«Un utente che ha una normale linea Adsl lavora per 15 giga byte al mese, mentre un utente con la fibra ottica può raggiungere 40 o 50 giba byte al mese – ha spiegato Peloso –. Questo apre, anche nel campo delle imprese e delle aziende, importanti scenari».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Pordenone Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' PER GLI SCRITTORI

Stampare un libro ecco come risparmiare