Quotidiani locali

Va a ruba il Friulburger, il panino a chilometro zero di Spilimbergo

Scorte esaurite all’anteprima laziale del panino a “chilometri zero” made in Friuli. Bendoni: «Vista la richiesta ne prepareremo di più». In arrivo la festa della natura

SPILIMBERGO. Trasferta golosa per i volontari della Pro Spilimbergo, invitati con un proprio stand alla storica sagra del carciofo di Ladispoli (Roma). Un appuntamento, per il sodalizio guidato da Marco Bendoni, per fare cassa – oltre duemila clienti per le specialità tipiche friulane: le scorte sono state velocemente esaurite – soprattutto per presentare in anteprima “Friulburger”, ovvero il panino a chilometri zero: una sfiziosa specialità contenente una pasta di salsiccia, formaggio Montasio, cipolla rossa caramellata, insalata e pomodori. È andata a ruba nella due giorni laziale.

Un successo. «È stata una sorpresa per tutti: in due giorni abbiamo servito circa quattrocento panini ottenendo unanimi consensi – ha sottolineato compiaciuto Bendoni – Dato il successo intendiamo riproporre questa “specialità” quanto prima, magari preparandone quantità più massicce».

La trasferta laziale ha aperto la nuova stagione di attività del sodalizio mosaicista, già pronto per la quarta edizione di “D’erbe, di natura e benessere” in programma sabato 29 e domenica 30 aprile: iniziativa promossa dalla Pro in collaborazione con alcuni operatori commerciali cittadini. Un fine settimana all'insegna della natura e del benessere in cui agli stand con piante officinali in vaso, prodotti a base di erbe e cosmesi naturale si affiancheranno l’artigianato con materiali naturali e di riciclo, ceramiche e abbigliamento con fibre naturali.

L’evento. Nel weekend di fine aprile particolare rilievo avrà l’enogastronomia, con l’alimentazione biologica, i presidi Slowfood e menù a base di erbe spontanee. Non mancheranno dimostrazioni di operatori olistici, conferenze e momenti di spettacolo come la presentazione, a palazzo La Loggia, di “La musica fa crescere i pomodori”, volume di cui è autore il celebre direttore d'orchestra, compositore e musicista Peppe Vessicchio.

Suggestivo “Sogno o son desto?, il concerto che alle 5.45 di domenica 30, dal balcone di palazzo di Sopra darà il buongiorno agli spilimberghesi sulle note del violoncello

di Riccardo Pes, allievo del Royal xollege of music di Londra, spilimberghese “doc”. Come spilimberghese “doc” è Davide Larise, chef del ristorante vegano Joia di Pietro Leemann: da Milano farà ritorno nella città del mosaico per uno show cooking (alle 14).

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Pordenone Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro