Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Ferragosto senza paga: l’azienda non avverte, gli addetti si allarmano

Alla Graphistudio retribuzione di luglio posticipata a lunedì. L’avviso affisso in stabilimento non fornisce spiegazioni

ARBA. Stipendi dopo Ferragosto alla Graphistudio di Arba, azienda che conta 177 dipendenti, di cui 40 in esubero, e che da maggio ha attivato i contratti di solidarietà per gestire la situazione di crisi determinatasi. L’impresa, leader mondiale della fotografia digitale, è solita pagare i lavori il 15 di ogni mese: le spettanze di luglio, però, saranno liquidate lunedì.

I vertici aziendali hanno reso noto il provvedimento con un avviso affisso in stabilimento. «Si avvisano i dipendenti – è d ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

ARBA. Stipendi dopo Ferragosto alla Graphistudio di Arba, azienda che conta 177 dipendenti, di cui 40 in esubero, e che da maggio ha attivato i contratti di solidarietà per gestire la situazione di crisi determinatasi. L’impresa, leader mondiale della fotografia digitale, è solita pagare i lavori il 15 di ogni mese: le spettanze di luglio, però, saranno liquidate lunedì.

I vertici aziendali hanno reso noto il provvedimento con un avviso affisso in stabilimento. «Si avvisano i dipendenti – è detto – che la retribuzione di luglio verrà distribuita lunedì 20 agosto, come da procedura in uso». Una modalità che ha suscitato il disappunto prima di tutto delle maestranze in ferie, che hanno appreso la notizia dai colleghi. Ferragosto a corto di liquidità, quindi, per lavoratori e famiglie, che dovranno attendere la prossima settimana per vedersi accreditare gli stipendi.

Quella del pagamento il 15 del mese è una prassi consolidata, all’interno di Graphistudio: non si erano mai verificate modifiche prima d’ora, come hanno messo in evidenza alcuni dipendenti, che non si spiegano le ragioni del provvedimento.

Gli addetti hanno fatto sapere che quando il 15 del mese è un giorno festivo, come nel caso odierno di Ferragosto, l’azienda di Arba ha sempre pagato in anticipo gli emolumenti, ossia il 14. Altra questione che non è andata giù, è quella relativa alla modalità di comunicazione: perché soltanto un avviso appeso in fabbrica?

Al di là della questione pagamenti, l’impresa usufruirà della solidarietà sino al 6 novembre. Un salvagente necessario per affrontare il momento di difficoltà (il fatturato è calato del 20 per cento) e cercare di andare avanti senza apportare modifiche ai numeri dell’organico. I sindacalisti Massimo Albanesi (Fistel Cisl), Giuseppe Pascale (Slc Cgil) e Fabrizio Palamin (Uilcom Uil) stanno tenendo monitorata la situazione ed effettuando verifiche sull’utilizzo dell’ammortizzatore sociale.

L’azienda, con le forze sociali, ha convenuto sull’opportunità di concentrare, dove possibile, le diverse riduzioni orarie in giornate intere, in particolare per i dipendenti che vivono distanti da Arba. Ciò, per andare incontro alle maestranze e ridurre il numero degli spostamenti casa-lavoro, nonché le spese di trasferta.