Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Murature demolite dopo il rogo in via Nievo Si indaga sulle cause

SPILIMBERGONuovo sopralluogo ieri da parte dei periti dei vigili del fuoco assieme ai carabinieri della Compagnia di Spilimbergo nel luogo dell’incendio che ha interessato, martedì pomeriggio, un...

SPILIMBERGO

Nuovo sopralluogo ieri da parte dei periti dei vigili del fuoco assieme ai carabinieri della Compagnia di Spilimbergo nel luogo dell’incendio che ha interessato, martedì pomeriggio, un immobile posto all'incrocio tra le vie Ippolito Nievo e Boccaccio a Spilimbergo. Nel frattempo si è provveduto alla demolizione delle parti murarie pericolanti.

L’incendio ha causato la totale distruzione di una vecchia rimessa un tempo adibita a stalla con fienile. Il capannone è stato ricontrollat ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

SPILIMBERGO

Nuovo sopralluogo ieri da parte dei periti dei vigili del fuoco assieme ai carabinieri della Compagnia di Spilimbergo nel luogo dell’incendio che ha interessato, martedì pomeriggio, un immobile posto all'incrocio tra le vie Ippolito Nievo e Boccaccio a Spilimbergo. Nel frattempo si è provveduto alla demolizione delle parti murarie pericolanti.

L’incendio ha causato la totale distruzione di una vecchia rimessa un tempo adibita a stalla con fienile. Il capannone è stato ricontrollato da cima a fondo, per cercare di dare una spiegazione al rogo che ha devastato la struttura, interessando parzialmente l’adiacente abitazione di proprietà di una famiglia di imprenditori agricoli nota in città, i Corrado.

Difficile stabilire se a causare l’incendio possa essere stato un cortocircuito – avrebbe causato lo scoppio e il propagarsi delle fiamme – o se vi siano stati, come sostenevano alcuni vicini, una fuga di gas e lo scoppio di una bombola. Certo è che, una volta udita l’esplosione, le fiamme si sarebbero velocemente propagate all’immobile, provocando l’implosione del soffitto e interessando parzialmente l’abitazione vicina, in cui in quel momento non si trovava nessuno. Toccherà ai carabinieri di Spilimbergo accertare le cause dello scoppio. Una volta valutati i danni, ingenti e non coperti da assicurazione, si verificherà il da farsi. Non è escluso che, vista la precarietà in cui versa la struttura aggredita dalle fiamme si debba procedere alla totale demolizione.

Nel frattempo il proprietario, Guido Corrado, 73 anni, originario di Cavasso Nuovo, pensionato, è ospitato con i familiari da congiunti. Resta valida l’ordinanza, emanata dal sindaco di Spilimbergo Enrico Sarcinelli per la sicurezza dell’area. Onde evitare il rischio di crolli che potrebbero travolgere i passanti, è stato interdetto il traffico in via Ippolito Nievo. —

G.Z.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI