Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Testacoda con l’auto I cittadini lo filmano: multato dai carabinieri

É successo di notte, in piazza Mercato. Al volante un giovane Fondamentali anche le telecamere dell’impianto comunale

VALVASONE ARZENE

Ha “trasformato” piazza Mercato in un autodromo, nella notte tra il 17 e il 18 agosto, compiendo evoluzioni in testacoda con una potente autovettura, che hanno lasciato il segno delle gomme sul selciato e allarmato i residenti del centro storico di Valvasone: protagonista un giovane che però, a pochi giorni di distanza, è stato rintracciato dai carabinieri di Casarsa e dalla polizia locale di Valvasone Arzene.

L’autore del gesto ha confessato l’accaduto, ricevendo una sanzio ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

VALVASONE ARZENE

Ha “trasformato” piazza Mercato in un autodromo, nella notte tra il 17 e il 18 agosto, compiendo evoluzioni in testacoda con una potente autovettura, che hanno lasciato il segno delle gomme sul selciato e allarmato i residenti del centro storico di Valvasone: protagonista un giovane che però, a pochi giorni di distanza, è stato rintracciato dai carabinieri di Casarsa e dalla polizia locale di Valvasone Arzene.

L’autore del gesto ha confessato l’accaduto, ricevendo una sanzione amministrativa. Fondamentali per risolvere il caso le immagini del circuito di videocamere di sicurezza di cui l’amministrazione comunale si è dotata. Non solo: visto il gran rumore delle evoluzioni del giovane, alcuni cittadini lo avevano filmato, dimostrando senso civico: avevano compreso la pericolosità di quello che stava facendo il ragazzo. Diversi testimoni hanno riferito che lo “spettacolo” si è protratto per alcuni minuti e che solo la fortuna ha evitato che fossero causati danni a cose e, soprattutto, a persone.

«Un plauso alla polizia locale e alla capacità investigativa dei carabinieri della stazione di Casarsa, ben guidati dal loro comandante, maresciallo Stefano De Luca – hanno dichiarato il sindaco Markus Maurmair e l’assessore alla sicurezza e polizia locale, Massimiliano Bellone –. Lavorando in sinergia e grazie all’ausilio della tecnologia, per la quale continueremo abbiamo a investire crescenti risorse, hanno saputo mettere di fronte alle proprie responsabilità il giovane. Siamo convinti che sapere di essere individuato anche in queste circostanze in futuro lo sconsiglierà dal ripetere bravate come quella realizzata nel nostro centro storico». I due amministratori hanno evidenziato che il sistema di videosorveglianza operativo sul territorio è formato da 37 dispositivi, installati nei centri abitati di Arzene, San Lorenzo e Valvasone, oltre che a presidio di aree sensibili come i cimiteri e delle principali arterie viarie. Non è la prima volta che le videocamere danno il loro contributo per risalire all’identità di un’automobilista anonimo. Infatti, lo scorso anno sono state utili per rintracciare una persona che alla guida della propria automobile, sempre nel centro valvasonese, aveva danneggiato un’altra vettura, colpendola a una fiancata e spingendola contro un muro. La polizia locale, incrociando le immagini fornite dall’impianto di videosorveglianza con il racconto di alcuni testimoni e i dati forniti dall’anagrafe, era riuscita a risalire all’autore e ad applicargli una multa. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI