Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Dirigenza vuota, la Cgil: «Emergenza a Meduno»

MEDUNONomine dei supplenti impossibili e atti amministrativi al collasso nell’istituto comprensivo Andreuzzi di Meduno, dove segreteria e dirigenza sono vuote. Un deserto amministrativo quando...

MEDUNO

Nomine dei supplenti impossibili e atti amministrativi al collasso nell’istituto comprensivo Andreuzzi di Meduno, dove segreteria e dirigenza sono vuote. Un deserto amministrativo quando mancano quattro giorni allo squillo della prima campanella.

«A Meduno è emergenza» ha affermato il segretario della Flc Cgil, Mario Bellomo, il quale ha raccolto il grido di dolore dei docenti, che si sono rimboccati le maniche per far partire l’anno scolastico. Il 31 agosto 2018 è scaduto l’incarico de ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

MEDUNO

Nomine dei supplenti impossibili e atti amministrativi al collasso nell’istituto comprensivo Andreuzzi di Meduno, dove segreteria e dirigenza sono vuote. Un deserto amministrativo quando mancano quattro giorni allo squillo della prima campanella.

«A Meduno è emergenza» ha affermato il segretario della Flc Cgil, Mario Bellomo, il quale ha raccolto il grido di dolore dei docenti, che si sono rimboccati le maniche per far partire l’anno scolastico. Il 31 agosto 2018 è scaduto l’incarico del vicedirigente e nessuno può firmare atti e delibere. La prima campanella squillerà lunedì con orari di lezione ridotti.

L’istituto comprensivo, sottodimensionato due anni fa stante il calo delle iscrizioni dei bambini, si trova a fare i conti con i problemi legati all’organico amministrativo. «Agli sportelli c’è un ex tecnico e nessun’altro – ha evidenziato Bellomo, sollecitando una soluzione – Abbiamo chiesto rinforzi per il comprensivo medunese, punta dell’iceberg di una sofferenza diffusa nell’area pedemontana». Il personale docente di sette plessi vive giorni di incertezza: ci si interroga sull’assenza di un dirigente e del direttore amministrativo, necessari per far funzionare la struttura scolastica.

Serve un piano salvezza. Il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Alessandro Basso ha incontrato i docenti. Nel frattempo l’emergenza riguarda soprattutto la nomina di amministrativi. —

C.B.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI