Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Acqua Pradis da 20 anni Porte aperte in azienda festa con la comunità

CLAUZETTOAcqua Pradis compie vent’anni. Un traguardo importante, che l’azienda di cui è proprietaria dall’autunno del 2012 la Dalus Srl – cordata di imprenditori romani con a capo Luca D’Agostino...

CLAUZETTO

Acqua Pradis compie vent’anni. Un traguardo importante, che l’azienda di cui è proprietaria dall’autunno del 2012 la Dalus Srl – cordata di imprenditori romani con a capo Luca D’Agostino – ha deciso di festeggiare con un evento che coinvolgerà, domani, la comunità di Clauzetto.

Una storia travagliata quella di Acqua Pradis, marchio nato nel 1998 di proprietà di Andromeda srl, azienda fondata dal friulano Danilo Poci con il coinvolgimento di alcuni soci allo scopo di sfruttare la font ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CLAUZETTO

Acqua Pradis compie vent’anni. Un traguardo importante, che l’azienda di cui è proprietaria dall’autunno del 2012 la Dalus Srl – cordata di imprenditori romani con a capo Luca D’Agostino – ha deciso di festeggiare con un evento che coinvolgerà, domani, la comunità di Clauzetto.

Una storia travagliata quella di Acqua Pradis, marchio nato nel 1998 di proprietà di Andromeda srl, azienda fondata dal friulano Danilo Poci con il coinvolgimento di alcuni soci allo scopo di sfruttare la fonte di acque minerali e termali di Pradis, dopo averne ottenuto la concessione dalla Regione già nel 1995 ed avere avviato successivamente la produzione. Nel 2004 lo strappo tra gli azionisti di maggioranza e il fondatore. Un anno dopo le quote di maggioranza passarono alla Giusy Rossi srl di Conegliano, società della famiglia Rapisardi di Padova.

Nell’autunno del 2012 il passaggio di proprietà, dopo un anno di affitto aziendale, di Andromeda spa, azienda in liquidazione, a Dalus Srl. Quest’ultima, garantendo la prosecuzione delle attività commerciali e degli accordi di distribuzione, oltre alla conservazione dei posti di lavoro (sei addetti, tutti residenti nello Spilimberghese) ne ha rilanciato la produzione, investendo oltre un milione 100 mila euro, e centrando l’obiettivo di produrre dai 15 ai 20 milioni di bottiglie l’anno. Il mercato s’è espanso verso il Nord America, l’Australia, la Russia e la Cina.

«Risultati importanti che desideriamo condividere, dalle 10.30 alle 18, con quanti ci verranno a trovare nei nostri impianti» sottolinea D’Agostino. Acqua Pradis, grazie al supporto logistico della Pro loco di Clauzetto, offrirà ai visitatori specialità tipiche del territorio unite ai sapori laziali, in particolare a pasta all’amatriciana,un simbolo della tradizione culinaria dei luoghi d’origine di D’Agostino, rietino. Il quale osserva: «Sarà un’unione di gusti e di tradizioni, solo geograficamente lontane ma mai cosi vicine, non foss’altro perché si tratta di comunità che hanno vissuto la tragedia del terremoto e hanno saputo rialzare la testa». —

G.Z.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI