Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Lite e aggressione ai carabinieri: calciatore arrestato in piazza

Chiamata al 112 dopo che il diciannovenne aveva urlato contro la sua ex fidanzata. Poi minacce, calci e pugni ai carabinieri ed escandescenze anche in ospedale

Prima litiga per strada in modo acceso con la sua ex fidanzata, poi, all’arrivo dei carabinieri, comincia a colpirli con calci e pugni e viene così arrestato per resistenza. È successo ieri pomeriggio in piazzale Ellero dei Mille, in pieno centro a Pordenone.

Protagonista del parapiglia Ivan Fabricio Bolgan, 19 anni appena, calciatore di nazionalità argentina residente ad Azzano Decimo. Nell’ultima stagione, come attaccante dell’Union Pasiano, si era segnalato a febbraio per aver rimediato ci ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Prima litiga per strada in modo acceso con la sua ex fidanzata, poi, all’arrivo dei carabinieri, comincia a colpirli con calci e pugni e viene così arrestato per resistenza. È successo ieri pomeriggio in piazzale Ellero dei Mille, in pieno centro a Pordenone.

Protagonista del parapiglia Ivan Fabricio Bolgan, 19 anni appena, calciatore di nazionalità argentina residente ad Azzano Decimo. Nell’ultima stagione, come attaccante dell’Union Pasiano, si era segnalato a febbraio per aver rimediato cinque turni di stop nel campionato regionale juniores e quattro turni di squalifica in prima squadra in Eccellenza. Talento del pallone, Bolgan ha giocato nella Liventina e ha militato anche nel Padova e al Venezia.

Ieri in piazza il giovane calciatore ha cominciato a urlare contro la sua ex. Una violenza verbale che ha fatto scattare una telefonata al 112. Quando ha visto la pattuglia dei carabinieri, Bolgan ha concentrato le sue invettive contro di loro, minacciandoli e aggredendoli con calci e pugni. Uno dei militari ha riportato una distorsione ed è stato medicato. Il giovane è stato tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale.

La sua posizione è ora al vaglio dell’autorità giudiziaria. Bolgan è stato accompagnato in ospedale dopo le formalità di rito in caserma, poiché nella colluttazione ha riportato una contusione. Se in caserma il diciannovenne pareva essersi tranquillizzato, al pronto soccorso, invece, ha cominciato a dare in escandescenze e così si è deciso di sottoporlo a una visita specialistica per valutare le sue condizioni psicologiche.