Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Velocità, ecco i dissuasori per bloccare chi corre

PORCIANuove misure per la sicurezza stradale a Porcia, dove sono in arrivo quattro pannelli dissuasori di velocità modello “Evolis”, in grado di rilevare la presenza dei veicoli da oltre 250 metri...

PORCIA

Nuove misure per la sicurezza stradale a Porcia, dove sono in arrivo quattro pannelli dissuasori di velocità modello “Evolis”, in grado di rilevare la presenza dei veicoli da oltre 250 metri di distanza.

Visualizzando la velocità di percorrenza delle auto, questi apparecchi (alimentati a energia solare) sono pensati per “correggere” il comportamento dei conducenti, ottenendo una riduzione della velocità media del 25%. «Li abbiamo acquistati di comune accordo con il comando di polizia l ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

PORCIA

Nuove misure per la sicurezza stradale a Porcia, dove sono in arrivo quattro pannelli dissuasori di velocità modello “Evolis”, in grado di rilevare la presenza dei veicoli da oltre 250 metri di distanza.

Visualizzando la velocità di percorrenza delle auto, questi apparecchi (alimentati a energia solare) sono pensati per “correggere” il comportamento dei conducenti, ottenendo una riduzione della velocità media del 25%. «Li abbiamo acquistati di comune accordo con il comando di polizia locale – dice l’assessore Alberto Bortolin –, sono già a nostra disposizione e diventeranno operativi a breve». L’investimento, pari a 8.730 euro, rientra in una più generale politica di prevenzione che aveva già portato, nei mesi scorsi, all’acquisizione da parte del Comune di una dozzina di colonnine arancioni del modello Truvelobox (per una spesa di 17.263 euro), installate su strade ad alta percorrenza per scoraggiare gli automobilisti a premere troppo il piede sull’acceleratore.

All’occorrenza, oltretutto, queste “scatole” metalliche possono anche contenere un autovelox, diventando a tutti gli effetti un mezzo per sanzionare i conducenti indisciplinati. Sempre in tema di sicurezza, è in corso il collaudo delle nuove telecamere di videosorveglianza installate di recente per ampliare la rete di “occhi elettronici” al servizio del territorio. «Concluse le verifiche saranno messe in funzione – aggiunge Bortolin –, riteniamo con l’inizio di ottobre».

Alcuni degli apparecchi sono dotati di una tecnologia che li rende “intelligenti”, cioè in grado di leggere in tempo reale la targa dei veicoli in transito. «Al passaggio di un mezzo con targa inserita nella “black list” delle forze dell’ordine scatterebbe una segnalazione immediata. Anche in caso di furto sarebbe possibile controllare gli accessi al territorio grazie alle immagini registrate».

Questa tipologia di telecamere è capace inoltre di monitorare i flussi di traffico, oltre che di individuare i veicoli che circolano senza assicurazione o revisione, fornendo un valido aiuto alla polizia locale impegnata giornalmente nel controllo della viabilità e della sicurezza sulle strade purliliesi. –