Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Incrocio pericoloso: lavori per la rotonda dopo quasi tre anni

I tecnici di Fvg Strade hanno aperto il cantiere per l’opera Troppi gli incidenti all’intersezione tra due ex provinciali





Dopo quasi tre di attesa, sono iniziati i lavori per la rotatoria sull’incrocio, teatro di tanti incidenti, dietro la Base di Aviano. Dopo aver approntato il cantiere, in questi giorni gli addetti stanno eseguendo le prime opere di sbancamento.

La rotonda interessa l’incrocio tra le ex provinciali 52, che da Castello di Aviano scende a Vigonovo e 31 che da Roveredo in Piano porta a Budoia. La rotatoria era attesa da tempo. In sua assenza, gli incidenti si sono susseguiti quasi ogni mese, con ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter





Dopo quasi tre di attesa, sono iniziati i lavori per la rotatoria sull’incrocio, teatro di tanti incidenti, dietro la Base di Aviano. Dopo aver approntato il cantiere, in questi giorni gli addetti stanno eseguendo le prime opere di sbancamento.

La rotonda interessa l’incrocio tra le ex provinciali 52, che da Castello di Aviano scende a Vigonovo e 31 che da Roveredo in Piano porta a Budoia. La rotatoria era attesa da tempo. In sua assenza, gli incidenti si sono susseguiti quasi ogni mese, con gravi conseguenze. Soprattutto in questi ultimi anni si sono infatti contati numerosi feriti, in modo anche grave – una persona anziana coinvolta in uno degli ultimi incidenti è poi deceduta – danni rilevanti alle vetture, all’illuminazione e alla segnaletica dell’incrocio stesso. Impossibile poi quantificare i costi degli interventi sanitari, delle forze dell’ordine, come dei mezzi di soccorso e dei pompieri. Va inoltre rilevato che la segnaletica dell’incrocio, in questi ultimi mesi, ha anche subito una serie di atti vandalici, in modo particolare ai semafori lampeggianti.

A ogni incidente e dopo ogni atto vandalico, i tecnici del Comune hanno dovuto ripristinare i lampeggianti messi fuori uso, e la segnaletica verticale divelta. Interventi che hanno sempre gravato le casse comunali.

Molte le cause di un così rilevante numero di incidenti. La strada regionale 31 che collega Budoia a Roveredo è priva di limite di velocità. L’incrocio è provvisto di lampeggianti e segnali verticali, ma quasi mai i guidatori che transitano verso Roveredo e Budoia staccano il piede dall’acceleratore. Coloro che provengono da Castello d’Aviano e Vigonovo lungo la strada regionale 52, avvicinandosi all’incrocio trovano il segnale di stop. Ma in aperta campagna, soprattutto scendendo da Castello d’Aviano si gode di un’ampia visibilità su ambo i lati, cosa che, spesso, ha indotto i guidatori a non fermarsi allo stop. Credendo di avere l’incrocio sgombro passano in molti, troppi casi, con conseguenze disastrose. I lavori, a cura di Fvg Strade, dovrebbero durare quattro mesi. Costo: 321 mila euro. –