Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

"Sistemo io l’area pubblica": il Comune di Aviano dà l’ok a un cittadino

Un privato pagherà i lavori per la manutenzione di un tratto di via IV Novembre. Non è la prima volta che accade. Il sindaco: «Altri seguano il suo esempio»

AVIANO. Un cittadino si è reso disponibile a sistemare un’area pubblica del Comune a sue spese e la giunta comunale ha dato parere positivo. Un intervento che sistemerà l’area pubblica, sottolinea l’amministrazione, in cattive condizioni.

La proposta è arrivata in municipio in luglio ed è stata accolta: il cittadino ha richiesto la possibilità di intervenire su un tratto di via IV Novembre, la strada che porta alla frazione di Castello.

In un tratto della via c’è una zona pubblica non ben sist ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

AVIANO. Un cittadino si è reso disponibile a sistemare un’area pubblica del Comune a sue spese e la giunta comunale ha dato parere positivo. Un intervento che sistemerà l’area pubblica, sottolinea l’amministrazione, in cattive condizioni.

La proposta è arrivata in municipio in luglio ed è stata accolta: il cittadino ha richiesto la possibilità di intervenire su un tratto di via IV Novembre, la strada che porta alla frazione di Castello.

In un tratto della via c’è una zona pubblica non ben sistemata. «La richiesta avanzata dal cittadino – dice l’amministrazione – è dovuta al fatto che l’area presenta dislivelli pericolosi tra il piano viario e l’area stessa».

Il cittadino ha deciso di fare da sé inviando al municipio una proposta di intervento che prevede lo «scortico dell’area per lo spessore di 10 centimetri, con smaltimento del materiale in discarica autorizzata; fornitura e posa di cordolo prefabbricato in bocciardato lungo le via; stesura di stabilizzo di Sarone per lo spessore di 10 centimetri circa e comunque fino al livello del manto stradale e raccordo tra la sede stradale e il cordolo con catrame».

Secondo l’amministrazione comunale, «gli interventi proposti adegueranno l’area pubblica attualmente in cattive condizioni».

Considerato poi che è in previsione la realizzazione e l’adeguamento dei marciapiedi vicini a piazza Diaz che interesseranno anche l’area presa in considerazione, la giunta ha autorizzato il cittadino a svolgere i lavori. Tutte le spese saranno suo carico.

Non è la prima volta che un privato cittadino si prende cura di un’area pubblica. Solo pochi giorni fa in via Montello nella frazione di Villotta c’è stata la posa di una targa che ricorda il lavoro fatto dai volontari dell’associazione La Sompradese che hanno sistemato alcune aiuole dopo un accordo con il Comune.

Anche in questo caso si tratta di un’area pubblica che era degradata, con alcune aiuole abbandonate e senza piante ormai da tempo. I volontari dell’associazione le hanno sistemate a spese del sodalizio e hanno messo a dimora delle piante. L’impegno per i volontari è di prendersi cura dell’area fino a dicembre del prossimo anno.

Al momento della posa della targa solo qualche giorno fa, il sindaco Ilario De Marco si era augurato che anche altre associazioni e sodalizi decidano di prendersi cura di un luogo pubblico, anche di fronte alla impossibilità per l’amministrazione civica di prendersi cura tutto il territorio comunale.

In attesa che anche altri sodalizi si facciano avanti, questa volta la proposta di collaborazione con l’ente pubblico è venduta direttamente da un cittadino privato che, dimostrando peso civico, ha deciso di realizzare un intervento che, essendo su area pubblica, non gli competeva.