Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Università, a Pordenone più studenti ma mancano aule: a lezione anche il sabato

Soluzione tampone in attesa che la palestra venga trasformata in classi. Nuova area sportiva all’ex Deposito Giordani

PORDENONE. I corsi universitari di Pordenone piacciono e gli studenti aumentano. Ma ora che l’offerta formativa si è rafforzata e consolidata, con alcuni indirizzi sempre più innovativi, si apre il problema aule.

Al punto che, per il prossimo anno accademico e in attesa di lavori che trasformeranno la palestra di via Prasecco in nuove classi, il Consorzio deve cercare di distribuire in modo diverso gli orari. Si va verso la reintroduzione del sabato in classe.

Didattica

Per quanto riguarda l’Un ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

PORDENONE. I corsi universitari di Pordenone piacciono e gli studenti aumentano. Ma ora che l’offerta formativa si è rafforzata e consolidata, con alcuni indirizzi sempre più innovativi, si apre il problema aule.

Al punto che, per il prossimo anno accademico e in attesa di lavori che trasformeranno la palestra di via Prasecco in nuove classi, il Consorzio deve cercare di distribuire in modo diverso gli orari. Si va verso la reintroduzione del sabato in classe.

Didattica

Per quanto riguarda l’Università di Udine, oltre a Banca e Finanza, che da quest’anno vedrà sbarcare a Pordenone anche il primo anno della laurea specialistica, «con numeri che non subiscono contraccolpi nonostante il trasferimento da Udine», evidenzia il direttore del Consorzio universitario Andrea Zanni , l’offerta formativa è sempre più appetibile anche sotto il profilo dell’unicità dei curriculum proposti.

La triennale in Scineze e tecnologie multimediali – sempre a numero chiuso – offre il percorso in musica digitale e in multimedia e industria digitale.

Nel caso di comunicazione multimediale e tecnologia dell’informazione (specialistica), ci sono anche due curriculum internazionali: Editoria, Musica e Comunicazione Digitale (Nazionale e Internazionale), in in convenzione con il Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra per il rilascio del doppio titolo di studio e il Curriculum Artificial Inteligence and Industrial Automation in convenzione con l’università di Klagenfurt.

E poi Scienze Infermieristiche, dove la domanda supera sempre l’offerta di posti. Poi c’è Isia Design, anche questa in costante crescita anche qualitativa e la laurea magistrale internazionale in “Production Engineering and Management” dell’Ateneo di Trieste, curriculum in inglese organizzato con l’Università di Lippe.

«Anche i percorsi Its sono in crescita costante. Quest’anno il polo di via Prasecco – prosegue Zanni – conterà tra i 1400 e i 1500 iscritti».

Nodo aule

Il primo problema che si pone è quello legato alle aule. Il Comune, con il sostegno della Regione, intende investire nella palestra di via Prasecco trasformando l’area in aule e, contemporaneamente, realizzare una nuova palestra nell’ex deposito Giordani (che è di proprietà di Atap).

Ma i tempi non sono immediati, come fare nel frattempo? «Stiamo studiando come distribuire gli orari in modo da poter spalmare l’attività didattica. Per un periodo almeno dovremo nuovamente ripristinare le lezioni nella giornata di sabato».

Nuovo portale

Più studenti e docenti significa anche che c’è un’esigenza legata a sistemazioni abitative. La residenza universitaria, gestita dall’Ardiss, è sempre piena.

«C’è una domanda anche di abitazioni private – conferma Zanni –, la nostra intenzione è di lavorare, con un portale internet che cercheremo di creare con risorse interne, per far incrociare domanda e offerta».