Menu

Sarà la tappa più lunga del Giro

Ecco il giorno dello Zoncolan:
sarà il 23 maggio 2010

23 maggio 2010, il giorno del ritorno dello Zoncolan al Giro d’Italia ora c’è e c’è anche gran parte del percorso che porterà i corridori quella domenica da Mestre alla montagna carnica in quella che sarà la tappa più lunga del Giro.

di Antonio Simeoli

UDINE. 23 maggio 2010, il giorno del ritorno dello Zoncolan al Giro d’Italia ora c’è e c’è anche gran parte del percorso che porterà i corridori quella domenica da Mestre alla montagna carnica. Insomma, a poco più di due settimane dalla presentazione ufficiale della corsa rosa (in programma a Milano il 24 ottobre negli studi di X-Factor), la presenza del Friuli al prossimo Giro d’Italia non ha più misteri. O quasi.

I vertici di Rcs, che saliranno in Carnia domani mattina per il sopralluogo definitivo, dovranno solo scegliere gli ultimi trenta-quaranta km della tappa (salita finale esclusa) da una terna di possibilità che sarà loro presentata dall’organizzatore Enzo Cainero.

Domenica.
Andiamo con ordine. Cainero non si accontentava di riportare il Giro sullo Zoncolan per la terza volta, ma puntava a ottenere o l’ultima tappa di montagna a ridosso dell’arrivo a Milano (come nel 2007) o una frazione nel secondo fine settimana di corsa: ha raggiunto l’obiettivo. La tappa partirà da Mestre domenica 23, vale a dire all’inizio dell’ultima (decisiva) settimana di corsa. Prima, è vero, la carovana, che partirà dall’Olanda, avrà già assaggiato qualche salita, tuttavia la prima vera resa dei conti per gli uomini di classifica (e tra loro ci sarà anche il carnico Franco Pellizotti) alla vigilia dell’ultimo giorno di riposo ci sarà sullo Zoncolan, in una domenica di maggio, la prima senza campionato di calcio. Pubblico assicurato.

Record di presenze.
Il pubblico già nei due precedenti assalti al “mostro” (2003 da Sutrio e 2007 da Ovaro) è stato la chiave del successo delle tappe. Due anni fa in un giorno feriale salirono in Carnia con ogni mezzo 100 mila persone. Ovvio che, senza calcio e grazie a una tappa di oltre 200 km con diverse montagne, Cainero&C puntino a superare quel numero.

Il percorso.
Zoncolan, ma non solo. Se ad Angelo Zomegnan, Mauro Vegni e Stefano Allocchio (i numeri uno, due e tre di Rcs, che Cainero ringrazia «per la fiducia rinnovatagli») spetterà domani mattina il compito di scegliere il percorso da Tolmezzo ai piedi dello Zoncolan da una ristretta rosa di ipotesi, l’altimetria da Mestre a Tolmezzo è già decisa. La corsa in Friuli attraverserà la pedemontana pordenonese per entrare in val d’Arzino (non è escluso un passaggio a Forgaria) da Clauzetto, che sarà la prima salita della tappa, e uscirne da Sella Chianzutan.

Altre salite.
Poi? L’organizzazione del Giro ha chiesto una tappa tosta. E allora, ipotesi uno, da Tolmezzo la carovana potrebbe affrontare Villa Santina, il Passo Pura, Casera Razzo e la Val Pesarina. Oppure, ipotesi due, la valle di Incaroio, Paularo, Forcella di Lius e Sella Valcalda. Infine, ipotesi tre (zeppa di fascino), affrontare la salita dello Zoncolan da Priola di Sutrio fino al piazzale Moro, scendere a valle, superare Sella Valcalda prima del mostro. Il chilometraggio? Dai 220 ai 226 km, decideranno domani i vertici Rcs davanti ai “sindaci dello Zoncolan”, sempre lì, pronti a regalare un altrio grande evento alla Carnia e al Friuli.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro