Quotidiani locali

Vai alla pagina su Udinese calcio
Udinese, partita vera coi ceceni: Ewandro e Badu sfruttano l’occasione

Udinese Calcio

Udinese, partita vera coi ceceni: Ewandro e Badu sfruttano l’occasione

I bianconeri vincono 4-2, convincono le due frecce di Delneri. Non sfruttano l’occasione Kums ed Evangelista vice Jankto

UDINE. Badu in quantità e un pizzico di Ewandro all’occorrenza. Ecco gli “ingredienti” con i quali Gigi Delneri potrebbe insaporire l’Udinese in vista del Sassuolo, variandone la ricetta tradizionale che ha lasciato un gusto amaro in quel di Firenze.

Gli spunti per il tecnico friulano sono arrivati dalla prestigiosa amichevole col Terek Grozny, domato ieri per 4-2 al Friuli, dove sotto lo sguardo attento del patron Gianpaolo Pozzo, presente in tribuna, si è giocata una partita vera, con gli orgogliosi ceceni a menar duro e a farsi sentire sull’uomo, interpretando la sfida come una vera occasione per dimostrare il proprio valore.

Peccato però che l’occasione non sia stata sfruttata a dovere da buona parte di quei bianconeri a cui Delneri aveva presentato l’opportunità di ingolosirlo, avendo lanciato il messaggio per qualche cambiamento in vista dall’undici tipo.

Rimandati. E qui il capitolo è dolente, perché in molti ieri hanno dimostrato di essere indietro, a cominciare da Stipe Perica. L’ariete zaratino ha fatto a sportellate, ha protetto palla e cacciato un paio di urla avendo saggiato i tacchetti avversari, ma per segnare ha avuto bisogno di trasformare un rigore nella ripresa dopo essersi divorato un gol facile di testa.

Lo stesso Matos, che si è detto pronto, ha sgasato spesso a vuoto, per non parlare di Evangelista, non pervenuto nel ruolo di vice Jankto. La delusione maggiore porta però il nome di Kums, dal quale ci si aspettava più leadrship in campo nel ruolo di regista davanti alla difesa. In difesa Adnan ed Heurruax hanno fatto il compitino.

Promossi. Morale? Il migliore è stato Badu, che ha aperto le marcature con una sgroppata centrale, provocando l'errore avversario al 19’ che l’ha avviato al gol. Il ghanese ha poi palesato buona gamba anche nei recuperi in velocità. Ha giocato il primo tempo Badu, lasciando il secondo a Fofana, e proprio questo dosaggio può presupporre a una staffetta in vista col francese per domenica.

Può esser dunque lui la novità che cercava Delneri in mediana. Un plauso se lo è meritato anche Ewandro, andato subito in difficoltà a inizio partita sulla fascia destra, stentando nelle coperture difensive e negli appoggi, trovandosi decisamente più a suo agio in seguito a sinistra, quando Delneri lo ha invertito con Matos.

Su quella fascia Ewandro non ha sbagliato i cambi gioco e in zona gol ha timbrato il cartellino firmando il raddoppio, avventandosi sul cross radente di Jankto al 4’ della ripresa. Ha lasciato il campo al 16’ tra gli applausi per Thereau, uno dei big con i quali Delneri ha rimpolpato l'Udinese nella ripresa.

A tratti si è acceso anche Balic, proposto come vice Kums in cabina di regia, anche se il croato è apparso troppo propenso all’appoggino privo di rischi.

Rientri. Una buona notizia è arrivata dal rientro di Gabriel Silva, tornato dal prestito al Granada.

Il terzino sinistro ha rilevato Widmer con sostanza e volendo Delneri potrà fare affidamento anche su di lui fin da domenica, dove sarà regolarmente disponibile anche Hallfredsson, tornato ad allenarsi a pieno regime dopo due giorni di differenziato.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro