Quotidiani locali

Vai alla pagina su Udinese calcio
Udinese, Delneri frizzante dopo la vittoria contro il Palermo: Il campionato comincia adesso

Udinese Calcio

Udinese, Delneri frizzante dopo la vittoria contro il Palermo: "Il campionato comincia adesso"

Il mister friulano: «Non è facile battere i rosanero, soprattutto se vai sotto». Poi il suo contratto: «A giugno, spero di restare a lungo»

UDINE. Saltano quattro tappi al Friuli e Gigi da Aquileia è frizzante come una nostra Ribolla Gialla, fresca fresca. Sul futuro dell’Udinese («Il nostro campionato comincia adesso»), su quello della sua panchina («Ne riparliamo a giugno, io spero di stare qui a lungo»), sui giovani che potrebbero salire in rampa di lancio, Balic ed Ewandro per esempio («Non sono ancora pronti, quando io li riterrò pronti giocheranno»).

Delneri, la gara col Palermo si è chiusa in modo trionfale, ma per mezz’ora la gara è stata tutt'altro che in discesa...

«Vero, il Palermo voleva prendere possesso del campo e ci è riuscito, poi la squadra si è sbloccata sul gol di Cyril Thereau: se devo analizzare la partita dico che abbiamo giocato in modo discreto e che i ragazzi hanno dimostrato di essere in buona forma. Battere il Palermo non è semplice, soprattutto quando vai sotto».

A livello tattico ci è voluto anche un assestamento.

«Con il 4-3-3 eravamo un po’ di difficoltà, così abbiamo messo Thereau dietro la punta. È andata bene, ma questa è la testimonianza che ora possiamo anche variare assetto tattico durante la partita».

Thereau e Zapata in gol prima del finale pirotecnico.

«Thereau ha i colpi, avrebbe giocato di più ma ha avuto dei problemi all’interno coscia. Su Zapata dico che sono contento per la convocazione nella sua nazionale e che può migliorare ancora: è un elemento di grande forza, ha fiato e corsa per fare gol importanti. Purtroppo andrà via sicuramente... Quasi sicuramente».

Quale è stato il problema all’inizio...

«Qualche difficoltà l’abbiamo trovata nel tamponare Diamanti, poi il nostro cambio tattico ci ha dato più solidità. Hallfredsson in difficoltà? Lo attaccavano sempre, lui non riusciva a muovere la palla».

Alla fine si è rivisto dopo tanto tempo Heurtaux.

«Samir aveva male alle gambe, non valeva la pena rischiare».

Balic non ha esordito. Neppure cinque minuti al posto di Jankto: eppure di lui si parla tanto, è nella lista dei desideri del Galatasaray...

«Balic è un giocatore ancora in formazione. Se lo metterò dentro e lui non risponderà con prestazioni all’altezza poi voi (giornalisti, ndr) sarete pronti a criticarlo. Ma questo vale anche per Ewandro che può giocare

da esterno, da seconda punta, ma gli serve più forza. Il Palermo aveva Dybala, ha aspettato tre anni prima di giocare con continuità: era acerbo. Inutile avere fretta, fatemi decidere con calma, poi i giovani li lancio se valgono, guardate Jankto, Samir, Fofana».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVE OPPORTUNITA' PER CHI AMA SCRIVERE

Servizi, una redazione a disposizione dell'autore