Quotidiani locali

Pordenone, verso i playoff: così si dimezzano le rivali

Ben 28 squadre quest’anno nella post-season, ma 12 usciranno al primo turno. Chi conquista la piazza d’onore entra in gioco il 21 maggio, già nella seconda fase

PORDENONE. Arrivare secondi ha un’importanza non da poco: si salterebbe la prima fase dei playoff. Per questo il Pordenone cerca di chiudere alle spalle del Venezia la stagione regolamentare di Lega Pro. Gli spareggi per salire in serie B, infatti, quest’anno sono lunghi e faticosi. Se tutto va bene – chiudendo nella piazza d’onore – si disputano sei partite di cui due (semifinale e finale) nell’arco di quattro giorni. Ecco come si svilupperà la post-season, com’è noto diversa rispetta alla scorsa annata.

Il regolamento. All’appendice del torneo prendono parte ventotto squadre: quelle classificate dalla seconda alla decima posizione nei tre gruppi (in totale 27, con le seconde in scena dal secondo turno) più la vincitrice della coppa Italia di categoria. In questo caso, essendo le finaliste Venezia (già promosso) e Matera, entrerà il club lucano, peraltro già nella post-season nel girone C (cosa che porterà a qualificare l’undicesima classificata del gruppo).

La prima fase, tra formazioni del proprio raggruppamento, si struttura così: la terza affronta la decima, la quarta gioca con la nona, la quinta con l’ottava e la sesta contro la settima. Gara in casa del team meglio classificato dopo la regular season, da disputarsi domenica 14 maggio. In caso di parità dopo i 90’ passa la squadra col miglior piazzamento in campionato.

Quindi, domenica 21 maggio e mercoledì 24 sono in programma gli ottavi di finale (andata e ritorno). Al termine dei 180’ si terrà conto della differenza reti: in caso di un ulteriore pareggio passa la squadra meglio classificata in campionato (che gioca la sfida di ritorno in casa). Chi supera questo scoglio approda ai quarti di finale: da qui è previsto il sorteggio integrale, che porta anche alla determinazione della griglia di semifinali e finali. È l’ultima fase con gara d’andata e ritorno, in programma il 28 maggio e il 4 giugno.

Qui vince chi segna più reti, non conta la posizione in classifica: a parità di gol segnati nel doppio scontro, si procede nella gara di ritorno (da giocarsi nello stadio della squadra meglio piazzata nella stagione regolare) a supplementari ed eventualmente rigori. Chi passa il turno approfda alle agognate final four di Firenze, con semifinali il 13 e 14 giugno e finale il 17 giugno allo stadio Franchi. Qui si gioca in gara “secca”: eventuali supplementari e rigori in caso di parità al 90’ e 120’.

La situazione attuale. Se il campionato finisse adesso, il Pordenone (terzo) giocherebbe la prima fase al cospetto del Santarcangelo (decimo) al Bottecchia il 14 maggio. In caso di parità dopo 90' passerebbe il turno in virtù della

miglior posizione in classifica. Al turno successivo troverebbe la vincente dello scontro tra la quarta e la nona forza del girone C, vale a dire Juve Stabia-Fidelis Andria. Una partita, all'andata, al Sud; ritorno da affrontare sul campo del Bottecchia.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' PER GLI SCRITTORI

Stampare un libro ecco come risparmiare