Quotidiani locali

Mountain bike

Sempre più internazionale, Colledani vince in Slovenia

Il campione di Castelnovo primo assoluto nella gara di Vertoiba. È a un passo dal titolo italiano under 23 di cross country. Poi la Coppa del mondo

CASTELNOVO DEL FRIULI. Pedala con il vento in poppa Nadir Colledani. Il biker di Castelnovo del Friuli sta brillando a livello internazionale, mettendosi in mostra in Italia come in Austria e in Slovenia.

La consacrazione di questo periodo positivo per il ventiduenne della Torpado Gabogas è arrivato a Pasquetta, con la conquista del primo posto assoluto all'Uci mountain bike Xc Grici 2017 di Vertoiba, battendo in volata il compagno di squadra Gerhard Kerschbaumer. «Ho iniziato bene la stagione pur senza forzare troppo – ha ammesso Colledani, già protagonista in inverno nel ciclocross –. Avevo già sfiorato la vittoria in Austria, finalmente è arrivata in Slovenia. Mi sono preparato bene e sono contento che tutto proceda secondo i programmi».

In Slovenia Nadir ha fatto corsa con Kerschbaumer, una volta staccato un brutto cliente come Michele Casagrande (Team Damil). Allo sprint, poi, cogliendo l'attimo giusto, è riuscito a precedere il compagno di fuga. Nadir Colledani capeggia anche la classifica under 23 degli Internazionali d'Italia di cross country. «Manca solo l'ultima prova di Courmayer che si disputerà a metà giugno – conferma Colledani –. Il mio vantaggio in classifica è enorme ma sarà una gara difficile da disputare con attenzione.

È l'ultimo ostacolo dopo le prove di Verona, Milano, Montichiari e Nalles». L'estate sarà altrettanto impegnativa e ambiziosa: a maggio a Nové Mesto (repubblica Ceca) e a giugno ad Albstadt (Germania) toccherà alle prime due prove di Coppa del Mondo, quindi verrà la volta dei campionati italiani in Liguria a metà luglio, gli Europei in Turchia se gli azzurri parteciperanno e i mondiali in Australia a settembre.

«Posso puntare a qualcosa di buono – promette Colledani –. In particolare ad Abstadt, dove l'anno scorso ottenni il 9º posto, punto a vincere. Il percorso mi si addice, mi sto preparando per quel traguardo». Il più forte fuoristradista pordenonese di sempre è arrivato

alla stagione della definitiva consacrazione. Dimenticata la sfortuna che lo ha privato della terza maglia tricolore consecutiva nel ciclocross, Nadir ora punta in alto nel cross country facendo leva sulle sue armi migliori: il lavoro e il sacrificio.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro