Quotidiani locali

ginnastica ritmica

Alexandra ci prova: è a Budapest per il titolo europeo

La Agiurgiuculese, atleta dell’Asu, nelle qualificazioni. Dopo i podi in World cup, la 16enne non si nasconde

UDINE. Il sogno continua. Alexandra Agiurgiuculese, la stella dell’Asu Udine, sarà fra le protagoniste, fino a domenica, dei campionati europei di ginnastica ritmica a Budapest, dove affronterà le migliori ginnaste del continente.

Dopo le medaglie messe al collo nelle ultime due tappe della World cup le aspettative sono cresciute e l’ipotesi di vedere Alexandra salire sul podio non è più così remota. Per la giovane atleta, nata in Romania nel 2001 e udinese d’adozione, si tratta di una grande occasione per calcare nuovamente i massimi palcoscenici internazionali anche in vista del campionato del mondo che la vedrà gareggiare a Pesaro a fine agosto.
«Alexandra si sta allenando benissimo – racconta dall’Ungheria l’allenatrice – e si è preparata all’appuntamento in maniera ottimale anche assieme alla squadra junior, della quale fa parte un’altra atleta dell’Asu, Melissa Girelli».

Alexandra è arrivata preparata alla competizione anche se è alle prese con qualche acciacco fisico. La recente tappa di Sofia della World cup l’ha infatti vista gareggiare quasi alla perfezione nonostante un problema al piede che non le ha permesso di eseguire al meglio i salti e che ha condizionato la sua prova al cerchio e alle clavette mentre alla palla ha eseguito un esercizio praticamente perfetto.

Anche la spalla sta dando qualche grattacapo alla campionessa udinese ma, assicura Dragas, «sta stringendo i denti e lavorando sodo per giocarsi al meglio la competizione».

Alexandra non è nuova alle vittorie internazionali; solo l’anno scorso è riuscita conquistare ben quattro medaglie ai campionati europei juniores di Holon: un bronzo a squadre con la compagna Milena Baldassarri, un bronzo alla fune e due argenti alla palla e alle clavette, un risultato straordinario per il team azzurro. Anche il passaggio di categoria, che l’ha proiettata nell’Olimpo della ginnastica e che per tante colleghe rappresenta uno scoglio, è stato affrontato da Alexandra con grande maturità e a dimostrarlo sono stati i successi che, da gennaio, ha inanellato.

La ginnasta dell’Asu sarà in pedana già oggi per le qualificazioni: ogni nazione presenterà da un minimo di due a un massimo di tre ginnaste che eseguiranno un massimo di otto esercizi (due cerchi, due palle, due clavette e due nastri). La classifica del concorso generale verrà stilata in base ai migliori tre punteggi di ogni atleta. Alle finali di specialità si qualificheranno le prime

otto per ogni attrezzo.

Alexandra sarà l’unica delle tre atlete azzurre a misurarsi su tutti e quattro gli attrezzi. Le gare saranno visibili in streaming su www.oz.com/rhythmic-gymnastics-european e in differita su Raisport lunedì alle 13.45.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro