Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Fantin, un’altra medaglia mondiale

Nuoto: ai paralimpici, dopo un oro e un argento, conquista il bronzo nei 100

Ancora una medaglia al paralimpici mondiali per Antonio Fantin, il prodigioso 16enne di Bibione, ma studente della 3° B dell'Isis Enrico Mattei di Latisana. Dopo l'oro nei 400 stile libero S6 e l’argento nella staffetta ottenuto assieme alle star Morlacchi e Brocciardo, Fantin ha vinto la medaglia di bronzo ieri mattina all’alba nei 100 stile libero S6. Entusiasmo incontenibile nella sua località di residenza, Bibione, dove il parroco don Andrea Vena, originario della località friulana di Po ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Ancora una medaglia al paralimpici mondiali per Antonio Fantin, il prodigioso 16enne di Bibione, ma studente della 3° B dell'Isis Enrico Mattei di Latisana. Dopo l'oro nei 400 stile libero S6 e l’argento nella staffetta ottenuto assieme alle star Morlacchi e Brocciardo, Fantin ha vinto la medaglia di bronzo ieri mattina all’alba nei 100 stile libero S6. Entusiasmo incontenibile nella sua località di residenza, Bibione, dove il parroco don Andrea Vena, originario della località friulana di Porcia, ha suonato le campane svegliando tutto il paese.

C’è molto di friulano in questo ragazzo. Il padre, Marco Fantin, lavora in uno studio assicurativo di Latisana, la madre Sandra Benedet ha seguito il figlio nel lungo viaggio in Messico. Antonio Fantin si allena da anni alla Ge.Tur. di Lignano Sabbiadoro, dove c’è l’unica piscina olimpionica da 50 metri sulla linea di confine che separa il Veneto dal Friuli. «Siamo molto contenti delle prestazioni di Antonio Fantin in Messico – ha sottolineato ieri mattina il preside dell’Isis Mattei – lo aspettiamo al suo ritorno per una grande festa».

Il Comune di San Michele al Tagliamento invece ha deciso di riunire in seduta straordinaria il consiglio comunale in una data compresa tra l’11 e il 16 dicembre, al ritorno del fenomeno del nuoto paralimpico dalla felice trasferta messicana. Ieri mattina dunque è arrivata la sua terza medaglia. Lo hanno seguito dalla sede dell’oratorio di Bibione il parroco, alcuni amici e il comandante dei carabinieri Di Silvio. Ancora una volta Fantin ha nuotato meglio di Francesco Bocciardo, che a 23 anni è già un veterano e campione paralimpico. Tempo di Antonio nei 100 stile S6 è stato 1’08”11 (oro al cubano Perez Escalona in 1’05”17). Bocciardo è finito quarto in 1’08”60. E non è finita. Nella notte c’è stata la finale dei 100 dorso e domani alle 18 Toni proverà anche i 50 stile libero. «A Bibione la parrocchia è sempre aperta per le batterie e le finali – ha detto don Andrea Vena – un piatto di spaghetti non lo negheremo a nessuno». E se lo dice lui...

Rosario Padovano

©RIPRODUZIONE RISERVATA