Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

le ultimissime

Tifo interessato. Se, come tutto il movimento calcistico regionale auspica, il Lumignacco riuscirà a salire in serie D, sarà la sesta squadra del Friuli Venezia Giulia a riuscirvi attraverso gli...

Tifo interessato. Se, come tutto il movimento calcistico regionale auspica, il Lumignacco riuscirà a salire in serie D, sarà la sesta squadra del Friuli Venezia Giulia a riuscirvi attraverso gli spareggi interregionali. In passato l'impresa era riuscita al Pordenone nel 1996, al Palmanova nel 2000, al Pozzuolo nel 2001, al Rivignano nel 2005, e al Kras nel 2010 e nel 2014. A conferma di come il livello del calcio nostrano non sia distante anni luce dalle altre realtà del nord Italia contro l ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Tifo interessato. Se, come tutto il movimento calcistico regionale auspica, il Lumignacco riuscirà a salire in serie D, sarà la sesta squadra del Friuli Venezia Giulia a riuscirvi attraverso gli spareggi interregionali. In passato l'impresa era riuscita al Pordenone nel 1996, al Palmanova nel 2000, al Pozzuolo nel 2001, al Rivignano nel 2005, e al Kras nel 2010 e nel 2014. A conferma di come il livello del calcio nostrano non sia distante anni luce dalle altre realtà del nord Italia contro le quali ha dovuto confrontarsi in sede di spareggi interregionali tenutisi sempre in un doppio turno di andata e ritorno.



In attesa. A trepidare per le sorti del Lumignacco saranno soprattutto la Sanvitese, il Diana di San Vito di Fagagna, il Valeriano/Pinzano e l'Ajello, che in caso di salita in serie D dei rossoblù guadagnerebbe a loro volta l'accesso rispettivamente in Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda categoria. 506. I minuti di digiuno dal gol, accumulati in 10 apparizioni, del bomber del Lumignacco Stefano Della Bianca, la cui ultima segnatura risale al 12’ del primo tempo della gara persa in casa dell’Ol3 lo scorso 12 marzo. Lo sblocco del cannoniere principe della squadra (14 le reti segnate nei primi 23 turni di campionato) è atteso con ansia da tutto il clan rossoblù, e il diretto interessato vorrà di certo farsi perdonare l'errore dal dischetto di domenica scorsa firmando magari il gol dell'apoteosi.



Guai a dirlo. Solo pensare al termine “festeggiamenti” si rischia grosso incrociando i plenipotenziari del Lumignacco, ma si può star certi che se tutto andrà per il verso giusto dal pullman e dalle auto dei tifosi al seguito spunteranno come d'incanto decine di bottiglie di champagne. In attesa di dar libero sfogo alla gioia una volta rientrati a Lumignacco. (c.r.)