Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Deltaplano, in Carnia vanno in scena le premondiali

Da venerdì 150 piloti da tutto il mondo daranno spettacolo nei cieli dell’Alto Friuli. Venerdì cerimonia d’apertura a Tolmezzo

TOLMEZZO

In attesa dei mondiali di deltaplano del 2019, in Carnia si fanno i “Preworlds”. È tutto pronto, a Tolmezzo, per le “prove generali” del campionato mondiale di deltaplano. L’evento inizia venerdì per concludersi il 4 agosto, e porta in regione 150 piloti specialisti della disciplina provenienti da tutto il mondo. Se la base operativa è Tolmezzo, decolli e atterraggi avverranno in tutta la regione, e anche in Slovenia e in Austria. Il campionato mondiale ha cadenza biennale, e nel 2 ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

TOLMEZZO

In attesa dei mondiali di deltaplano del 2019, in Carnia si fanno i “Preworlds”. È tutto pronto, a Tolmezzo, per le “prove generali” del campionato mondiale di deltaplano. L’evento inizia venerdì per concludersi il 4 agosto, e porta in regione 150 piloti specialisti della disciplina provenienti da tutto il mondo. Se la base operativa è Tolmezzo, decolli e atterraggi avverranno in tutta la regione, e anche in Slovenia e in Austria. Il campionato mondiale ha cadenza biennale, e nel 2016 è stato assegnato al Friuli Venezia Giulia per l’edizione 2019: l’evento che inizia venerdì fa parte del protocollo internazionale, ed è il test per permettere ai piloti di conoscere il campo di gara con un anno di anticipo e agli organizzatori, ovvero Federation aeronatique internationale (Fai), Aeroclub Italia (Aec), Lega Piloti e Suan Selenati e Bernardo Gasparini della Flyve srl, di testare il programma e le logiche dell’evento. Per il mondiale e il test che parte tra pochi giorni sono stati scelti i migliori punti di decollo per le specialità del volo libero: il Crostis a Ravascletto, il passo Pura ad Ampezzo, il Cuarnan a Gemona e il Valisi a Meduno.

Le gare potranno partire anche dallo Zoncolan a Sutrio, Piancavallo ad Aviano, dai decolli sloveni di Nova Gorica e Tolmin e dall’austriaco Emberger Alm. Le aree di arrivo principali sono quelle di Cercivento, Bordano e Travesio, con ulteriori spazi a Tarvisio, Ampezzo, Enemonzo, Aviano, Lignano, Grado, le slovene Aidussina e Kobarid e l’austriaca Greifenburg. «L’obiettivo – ha spiegato Selenati – è quello di garantire ai partecipanti le migliori condizioni per volare e gareggiare: la conformazione geografica della regione ci permette di organizzare un evento in un territorio molto ampio e perfetto per questo tipo di gare». Alla disciplina sportiva si aggiunge un programma dedicato a tutti gli appassionati di volo libero, e a coloro che vogliono avvicinarsi a queste discipline: possibilità di salire ai decolli e vivere le partenze dal vivo, eventi serali al centro operativo in piazza XX settembre a Tolmezzo, formazione e intrattenimento per bambini. L’evento è supportato da Promoturismo Fvg e da un pool di aziende e realtà friulane che «hanno subito compreso – ha dichiarato Bernardo Gasparini – l’importanza di un evento come questo per l’economia dei territori montani del Fvg. Attorno a discipline come il deltaplano, il parapendio e in generale il volo libero possono nascere economie di nicchia assolutamente sostenibili dal punto di vista ambientale, in grado di creare valore e ricchezza per la montagna».

L’arrivo dei piloti è previsto per domani mentre venerdì ci sarà la giornata di prova: nella serata, alle 20.30 in piazza XX Settembre a Tolmezzo, ci sarà la cerimonia di apertura ufficiale dell’iniziativa. Le giornate di gara saranno riprese e proiettate in diretta nel grande schermo predisposto appositamente in piazza XX Settembre. Nella disciplina, Le singole gare (task) variano dai 50 ai 250 chilometri di distanza, per un tempo di percorrenza che va da 1 a 6 ore. Dopo il decollo in quota i piloti dovranno raggiungere determinate boe indicate dal team di gara: ogni partecipante registra con il Gps la traccia del proprio percorso. –