Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Rossetti torna a correre “in casa” sulla Hyundai

Il driver pordenonese sarà al via del Rally del Friuli Vg, campionato italiano Wrc, il 30 agosto su una i20 con Friulmotor

PORDENONE

Luca Rossetti torna a correre nella sua terra. Il pilota pordenonese, classe 1976, sarà tra i protagonisti del Rally del Friuli Vg, in programma dal 30 agosto al 1º settembre a Udine, giunto alla 54ª esima edizione e valido come quarta tappa del campionato italiano Wrc. Il driver, campione in carica della serie Irc, sarà al via con una Hyundai i20 R5, supportato da Hyundai Slovenia e da Friulmotor. Nell’accordo tra “Rox” e la scuderia di Manzano, c’è anche un’altra prova da disputa ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

PORDENONE

Luca Rossetti torna a correre nella sua terra. Il pilota pordenonese, classe 1976, sarà tra i protagonisti del Rally del Friuli Vg, in programma dal 30 agosto al 1º settembre a Udine, giunto alla 54ª esima edizione e valido come quarta tappa del campionato italiano Wrc. Il driver, campione in carica della serie Irc, sarà al via con una Hyundai i20 R5, supportato da Hyundai Slovenia e da Friulmotor. Nell’accordo tra “Rox” e la scuderia di Manzano, c’è anche un’altra prova da disputare entro la fine del 2018 (Rally Due Valli o Rally di Como). Il team friulano, sostenuto a livello tecnico da Hyundai Motorsport customer racing, per la gara friulana metterà a disposizione di Rossetti i suoi uomini e il know-how derivato dagli oltre vent’anni di esperienza nelle corse.

Già vincitore di due gare nel 2018 (Lirenas e Taro), tre volte campione europeo (2008, 2010 e 2011) il driver che risiede ora in Valtellina aveva già corso al Rally del Fvg nel 2017 con una Hyundai I20: si dovette ritirare per un problema alla vettura. “Rox” spera in un altro finale, stavolta, magari dolce come l’edizione 2008 quando sulle strade delle valli del Torre e del Natistone ipotecò il primo e unico scudetto di specialità, poi vinto a Sanremo. Il pilota, che sarà navigato da Eleonora Mori, sarà il protagonista di una prova che nel 2018 torna con una novità importante.

Il centro del rally – partenza, sala stampa, direzione gara, assistenza – sarà il Città Fiera di Torreano di Martignacco. Il quartiere generale si sposta da Cividale verso Udine. Non solo: l’arrivo torna a essere nel cuore del centro storico, vale a dire piazza Libertà (arrivi: storiche dalle 17.30 e moderne dalle 19. 30 di sabato 1º settembre). Immutato invece il percorso, con la ps spettacolo di venerdì 31 agosto a Gemona e i tratti cronometrati del sabato di Trivio, Drenchia e Mersino da ripetere due volte. La gara, lo si ricordi, è valevole anche per le vetture storiche (sesto round del campionato italiano ed europeo). Quest’ultime sono impegnate in due ps in più nella giornata di venerdì. A proposito è stato reintrodotto il “vecchio” tratto di Porzus, un passaggio molto caro al presidente della scuderia organizzatrice, la Friuli Acu, Giorgio Croce.

Intanto sabato e domenica sarà è impegnato un altro pilota pordenonese di assoluto valore. Maurizio Micheluz, endurista classe 1983 in forza alle Fiamme Oro, è di scena a Skovde, in Svezia, dove si tiene la terza e penultima tappa del campionato europeo. In sella a una Husqvarna 250 due tempi, il pilota è quinto nella classifica generale ed è al comando della sua classe: già otto volte campione continentale, Micheluz ambisce a fare un altro passo in avanti verso il nono titolo, in attesa di riprendere la marcia nel trofeo tricolore dove è in testa al gruppo B. La serie europea vivrà poi l’ultimo atto a settembre (dal 12 al 14) a Kielce, in Polonia. —