Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Fusca agguanta Illegiana Che lotta serrata là in fondo

Nulla cambia in testa alla classifica della Prima categoria del Carnico con le due prime donne Mobilieri e Cavazzo a demolire le “resistenze” di Illegiana e Val del lago con punteggi finali non...

Nulla cambia in testa alla classifica della Prima categoria del Carnico con le due prime donne Mobilieri e Cavazzo a demolire le “resistenze” di Illegiana e Val del lago con punteggi finali non certamente da èlite del calcio della montagna. Si dilata ulteriormente il distacco dalla terza classificata (+15) passata nella mani di una concreta Pontebbana che vince di misura su un mai domo Cedarchis. Nella parte calda della classifica il Fusca raggiunge al quartultimo posto l’Illegiana dopo aver ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Nulla cambia in testa alla classifica della Prima categoria del Carnico con le due prime donne Mobilieri e Cavazzo a demolire le “resistenze” di Illegiana e Val del lago con punteggi finali non certamente da èlite del calcio della montagna. Si dilata ulteriormente il distacco dalla terza classificata (+15) passata nella mani di una concreta Pontebbana che vince di misura su un mai domo Cedarchis. Nella parte calda della classifica il Fusca raggiunge al quartultimo posto l’Illegiana dopo aver battuto il Trasaghis con la determinante doppietta del capitano trascinatore Mereu mentre il Tarvisio sfiora il colpaccio in casa dell’Ovarese come spiega il presidente Fabrizio Michelotti: «Sono soddisfatto perché finalmente abbiamo rivisto il vero Tarvisio e il nuovo spirito battagliero è una iniziazione di fiducia a tutto l’ambiente pur consci che l’impresa salvezza resta molto difficoltosa». «Peccato – chiude Michelotti – per il rigore prima procurato e poi fallito da Alessio Felaco, ma resta importante il punto meritatamente conquistato». Consistenti colpacci esterni per Campagnola e Real Ic.

In Seconda categoria la sorpresona si è concretizzata al comunale di Osoppo con la Velox a tramortire una inguardabile (per ammissione del suo presidente Peretto) squadra di casa: «Partita perfetta sotto tutti i punti di vista – ammette un gongolante presidente paularino Bepi Screm – e sono tre punti che ci portano in una zona relativamente tranquilla, ma resta il rammarico per aver perso o pareggiato partite che erano alla nostra portata». Una rabberciata Stella Azzurra (sorpassata dal Verzegnis) nulla ha potuto contro la corazzata Amaro, mentre l’Arta Terme consolida il suo secondo posto con una quaterna sull’Audax firmata dalla premiata ditta Pasta-Bogarelli.

In Terza categoria la quindicesima giornata ha fatto registrare la fine dell’imbattibilità dell’Edera che ha trovato disco rosso in casa della capolista Paluzza ben predisposta a riscattarsi dalla batosta di Resia. La debacle degli ederini ha consentito al Lauco (al quinto successo di fila) di portarsi al solitario secondo posto mentre a quota 28 si è formato un terzetto dove hanno trovato posto il Sappada (tutto facile nella trasferta in casa del fanalino Comeglians) e la Viola in quaterna con la discontinua Moggese infilzata dalla doppietta di Eros Rotter. —

Renato Damiani