Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Vetta immutata, in coda risale la Val del Lago

TOLMEZZOAnche la 19ª giornata del Carnico va in archivio con il nulla di fatto in Prima categoria stante i contemporanei e sostanziosi successi di Mobilieri e Cavazzo, mentre in coda la Val del Lago...

TOLMEZZO

Anche la 19ª giornata del Carnico va in archivio con il nulla di fatto in Prima categoria stante i contemporanei e sostanziosi successi di Mobilieri e Cavazzo, mentre in coda la Val del Lago si porta a soli due punti dalla disastrosa Illegiana, che perde il confronto diretto con un Fusca al suo quarto successo di fila che consente agli arancioni di mister Brollo di scavalcare il Cercivento.

« I sospirati rientri di giocatori da tempo out per infortuni – spiega il ds della Val del Lag ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

TOLMEZZO

Anche la 19ª giornata del Carnico va in archivio con il nulla di fatto in Prima categoria stante i contemporanei e sostanziosi successi di Mobilieri e Cavazzo, mentre in coda la Val del Lago si porta a soli due punti dalla disastrosa Illegiana, che perde il confronto diretto con un Fusca al suo quarto successo di fila che consente agli arancioni di mister Brollo di scavalcare il Cercivento.

« I sospirati rientri di giocatori da tempo out per infortuni – spiega il ds della Val del Lago Luciano Cucchiaro – ci hanno consentito di portare a casa una vittoria che ritengo meritata in quanto la squadra si è espressa su buoni livelli tecnici con la giusta mentalità sin dalle prime battute. Discorso salvezza quindi riaperto – continua Cucchiaro – con buone prospettive visto che davanti a noi più di qualche formazione non è che scoppino di salute».

Dopo averla applaudita a inizio match per il successo in coppa Carnia, il Real Ic maltratta l’Ovarese con un micidiale Veritti, quindi operazione sorpasso riuscita da parte del Trasaghis dopo aver vinto al fotofinish il confronto diretto con la Pontebbana.

In Seconda categoria scoppia il caso de Il Castello con la squadra gemonese non presentatasi al comunale di Forni Avoltri (match perso a tavolino) con l’Ardita: in prospettiva futura sarà interessante conoscere le intenzioni societarie anche in riferimento alla regolarità del campionato già messa in discussione dopo il caso San Pietro.

«Prima della partenza per Forni – precisa il dirigente castellano Maurizio Cum – ci siamo trovati con soli sette giocatori e quindi si è presa la decisione di non partire e ora sarà necessaria un’attenta analisi della situazione».

Ancora tentennamenti in casa della Nuova Osoppo, costretta ad accontentarsi di un sol punto in casa del Verzegnis, ma restano rassicuranti i sette di vantaggio sulla Folgore. In coda, prova d’orgoglio del San Pietro che esce incolume dallo scontro salvezza con l’Audax attraverso un finale al cardiopalma.

In Terza categoria l’unica novità è stata l’imprevista sconfitta della Viola a Pesariis costata il sorpasso in classifica da parte della vincente accoppiata Edera-Sappada, ma per i ragazzi di mister Copetti non mancano le scusanti visti gli infortuni di una certa gravità in squadra. —