Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Pordenone, ultime ore di mercato: Damian è vicinissimo ma occhio alle sorprese

Serie C, si chiude alle 20: l’ex Siena colpo finale dei neroverdi. Non è escluso anche un nome nuovo. In uscita c’è Nunzella

PORDENONE. Ultimo giorno di mercato e il Pordenone ha un solo obiettivo in entrata: un centrocampista. Il calciatore individuato è Filippo Damian, classe 1996, ex Siena e Como, nativo di Castelfranco Veneto. Per ora sembra lui il favorito per completare la rosa dei ramarri ma non sono escluse sorprese: la giornata odierna, come da consuetudine, può regalarne. In uscita Leonardo Nunzella.

Per il terzino si è defilata la Lucchese e si sono fatte avanti Rezzato e, da ieri, l’Albissola: la destin ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

PORDENONE. Ultimo giorno di mercato e il Pordenone ha un solo obiettivo in entrata: un centrocampista. Il calciatore individuato è Filippo Damian, classe 1996, ex Siena e Como, nativo di Castelfranco Veneto. Per ora sembra lui il favorito per completare la rosa dei ramarri ma non sono escluse sorprese: la giornata odierna, come da consuetudine, può regalarne. In uscita Leonardo Nunzella.

Per il terzino si è defilata la Lucchese e si sono fatte avanti Rezzato e, da ieri, l’Albissola: la destinazione sarà uno di questi ultimi due club.

Ben avviata sembra essere la trattativa con Damian, che vanta un passato nel settore giovanile del Padova e del Chievo Verona. Il calciatore ha già una discreta esperienza in categoria con team di buon livello, avendo collezionato più di 50 presenze tra Como (2016-2017) e Siena (2017-2018).

Convince anche perché è un regista e può essere così il vice-Burrai, uno dei pochi giocatori in rosa che non ha un alter ego. Il dirigente che si occupa del mercato dei neroverdi, Matteo Lovisa, sembra intenzionato a chiudere con lui.

Può anche capitare che esca un nome nuovo: da stamattina, venerdì 31, sino alle 20, orario di chiusura, può succedere di tutto. E mentre Nunzella (’92) sta per lasciare i ramarri – e la sua uscita lascerebbe a 14 il numero di “over” presenti in rosa – è destinato a rimanere Alessandro Bassoli (’90).

Pare che l’idea dello scambio col Pisa (che aveva messo sul piatto Sabotic) sia tramontata, anche perché Tesser ha deciso di non far partire il difensore ex Alto Adige. Il fatto che il centrale abbia giocato l’amichevole col Cordenons è emblematico: Nunzella, in uscita, si è allenato a parte.

Giovedì 30 agosto erano circolate voci riguardo a un possibile arrivo a Pordenone di Corentin Fiore, difensore classe 1995 del Palermo, e di Vittorio Fabris, centrocampista classe 1991 del Padova: entrambe le piste sono tramontate subito, col primo approdato all’Imolese e il secondo attualmente vicino al Monopoli, club dove si è già accasato il centravanti pordenonese ed ex dei ramarri Gerardi (’87).

Infine, una notizia su un altro ex, Mandorlini (’88), che dovrebbe rimanere a Padova in serie B fuori lista. Se non trova sistemazione entro oggi (si era interessato il Bari di De Laurentiis in serie D), venerdì, dovrà andare via dai biancoscudati a gennaio.