Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Il Chions può sorridere esordio più complicato per Tamai e Cjarlins

Stilati i calendari della serie D con al via le tre regionali A Carlino i due derby si disputeranno nel girone d’andata



Chions sorride, Tamai e Cjarlins forse un po’ meno. Il calendario di serie D suscita sensazioni contrastanti. Almeno per quanto riguarda l’avvio del torneo, in programma domenica 16 settembre. La matricola gialloblù partirà sfidando il neopromosso Sankt Georgen e la ripescata Montebelluna. Peggio è andata al Tamai, che esordirà sul difficile campo del Delta Rovigo, per poi ospitare l’Este, altra candidata ai play-off. Una via di mezzo per la formazione di De Agostini: debutto casalingo insid ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter



Chions sorride, Tamai e Cjarlins forse un po’ meno. Il calendario di serie D suscita sensazioni contrastanti. Almeno per quanto riguarda l’avvio del torneo, in programma domenica 16 settembre. La matricola gialloblù partirà sfidando il neopromosso Sankt Georgen e la ripescata Montebelluna. Peggio è andata al Tamai, che esordirà sul difficile campo del Delta Rovigo, per poi ospitare l’Este, altra candidata ai play-off. Una via di mezzo per la formazione di De Agostini: debutto casalingo insidioso con il Belluno dell’ex allievo Vecchiato, e prima trasferta a Cartigliano, che coinciderà con la prima assoluta dei vicentini in categoria. Lecito attendersi un ambiente euforico.

Delle sei sfide tra regionali, ad aprire la serie sarà Chions-Tamai alla terza giornata. Chiusura con Tamai-Cjarlins alla penultima. Curiosità: entrambe le pordenonesi faranno visita al Cjarlins nel girone d’andata.

Lo spauracchio delle trasferte invernali in Trentino scompagina gli stati d’animo dettati dai primi turni. È il Chions, infatti, sulla carta la più penalizzata, dovendosi recare a Levico il 12 dicembre, quindi a Sankt Georgen il 6 gennaio e a Trento il 17 febbraio. Sulla seconda trasferta, però, pende un’incognita. La società gialloblù, vista la probabile indisponibilità del proprio impianto per la prima giornata, potrebbe chiedere agli altoatesini l’inversione del campo. In altre parole, si giocherebbe il 16 settembre in Alto Adige e il giorno dell’Epifania a Chions.

Il calendario concederà tre soste: a Natale (dal 23 dicembre al 6 gennaio), per il torneo di Viareggio (dal 3 al 17 marzo) e a Pasqua (dal 18 al 28 aprile). Altrettanti i turni infrasettimanali: mercoledì 14 novembre, il 12 dicembre e giovedì 18 aprile. «Contro il Belluno – fa sapere il patron del Cjarlins, Vincenzo Zanutta – lo scorso anno abbiamo dato vita a due sfide pirotecniche (doppio 4-3). Anche stavolta potrebbe esserci da divertirsi». Contento per l’alternanza casa-trasferta col Tamai, a beneficio del pubblico, il presidente del Chions, Mauro Bressan, che però avverte: «Ci attende un finale durissimo».

«Che partenza tosta – commenta il vicepresidente mobiliere, Stefano Mainardis –: Delta, Este e derby. Proprio niente male». —