Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Le nuove scommesse di Gemona: Sportland diventa fucina di eventi

Nel 2019 in programma un meeting di atletica d’alto livello, gare di mtb, la conferma del deltaplano e ancora l’arrampicata

GEMONA

È nato nel 2009 come un’intuizione vincente di Enzo Cainero, dell’allora sindaco di Gemona, Paolo Urbani, e dell’attuale primo cittadino Roberto Revelant, che portarono in Friuli Oscar Pistorius per proporre il Gemonese come sede per gli allenamenti degli atleti. Oggi quell’intuizione è diventata il progetto Sportland, che coinvolge 17 comuni del territorio e che ha come obiettivo il loro sviluppo sportivo e turistico attraverso eventi, campionati e presenze importanti. Ed è stata una ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

GEMONA

È nato nel 2009 come un’intuizione vincente di Enzo Cainero, dell’allora sindaco di Gemona, Paolo Urbani, e dell’attuale primo cittadino Roberto Revelant, che portarono in Friuli Oscar Pistorius per proporre il Gemonese come sede per gli allenamenti degli atleti. Oggi quell’intuizione è diventata il progetto Sportland, che coinvolge 17 comuni del territorio e che ha come obiettivo il loro sviluppo sportivo e turistico attraverso eventi, campionati e presenze importanti. Ed è stata una crescita talmente esponenziale che nei prossimi mesi sarà costituito un nuovo ente che avrà il compito di gestire Sportland in tutti i suoi aspetti. La svolta del progetto è stata l’arrivo nel 2012 di un gruppo di atleti e campioni sudafricani che è riuscito a rubare il cuore dei gemonesi.

Ieri nella sede della Fondazione Friuli, che è diventata uno degli sponsor del progetto, sono state tracciate le direttive per i prossimi anni davanti ad alcuni atleti plurimedagliati come Akani Simbine (100 metri), Ruswahl Samaai (salto in lungo), Cornel Fredericks (400 ostacoli), Antonio Alkana (100 ostacoli) e Wayde van Niekerk (400 metri), ma anche all’assessore regionale alle Finanze Barbara Zilli, e allo stesso Enzo Cainero.

La collaborazione con la squadra sudafricana è stata rinnovata ancora per tre anni durante i quali il progetto Sportland ha l’ambizione di crescere ulteriormente anche attraverso sport diversi dall’atletica. «Gemona è entrata nella comunità europea dello sport – ha spiegato l’assessore comunale della cittadina Mara Gubiani – grazie alla collaborazione e al fair play tra amministrazioni. Ora dobbiamo trasmettere questi valori ai nostri giovani e per farlo abbiamo studiato alcuni eventi specifici».

Nel corso del 2019 sarà organizzato a Gemona un meeting di atletica con la collaborazione della Libertas che vedrà in pista atleti sudafricani e italiani, ma anche un “Training camp” a Tolmezzo. Inoltre, ci sarà spazio per i campionati del mondo di deltaplano, per l’Acromax (competizione di volo libero), per la Sportland marathon bike, per eventi di arrampicata, e per nuovi appuntamenti con i ragazzi grazie all’Ente Friuli nel mondo.

Da Gemona, inoltre, partirà l’ultima tappa del Giro in Rosa 2019, che patron Cainero vorrebbe far arrivare sulla cima del Crostis, «dove osano le aquile». —

Simonetta D’Este

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI