Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Stadio di Chions ancora inagibile Tamai l’alternativa

l’incognitaPierantonio Stella / chionsCorsa contro il tempo. A meno di 10 giorni dal via, il Chions ancora non è sicuro di esordire nel proprio stadio. I lavori di adeguamento alle normative della...

l’incognita

Pierantonio Stella / chions

Corsa contro il tempo. A meno di 10 giorni dal via, il Chions ancora non è sicuro di esordire nel proprio stadio. I lavori di adeguamento alle normative della nuova categoria, pur avviati in tempi celeri, devono essere ancora terminati: chiuso il capitolo spogliatoi, rimane da ultimare la parte relativa alla recinzione. Se non sarà per la prima giornata, in cui i gialloblù ospiteranno un’altra neopromossa, il Sankt Georgen, l’impianto sarà pronto per l’e ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

l’incognita

Pierantonio Stella / chions

Corsa contro il tempo. A meno di 10 giorni dal via, il Chions ancora non è sicuro di esordire nel proprio stadio. I lavori di adeguamento alle normative della nuova categoria, pur avviati in tempi celeri, devono essere ancora terminati: chiuso il capitolo spogliatoi, rimane da ultimare la parte relativa alla recinzione. Se non sarà per la prima giornata, in cui i gialloblù ospiteranno un’altra neopromossa, il Sankt Georgen, l’impianto sarà pronto per l’evento clou del 30 settembre: il derby con il Tamai.

«Speriamo di giocarci da subito – rivela il ds del Chions, Simone Vido –. Sarebbe l’ideale per il nostro pubblico, atteso numeroso per un appuntamento storico. In ogni caso, meglio non esordire in trasferta». Parole che sembrano scongiurare l’ipotesi dell’inversione di campo con il Sankt Georgen, pensata anche per evitare il viaggio a rischio neve in Alto Adige il giorno dell’Epifania. Se non sarà l’impianto di Chions a ospitare la prima dei ragazzi di Lenisa, con tutta probabilità la sede prescelta sarà Tamai. L’accordo, grazie ai buoni rapporti tra i presidenti Mauro Bressan ed Elia Verardo, sarebbe già stato raggiunto.

Il calendario, per il resto, prevede una quasi integrale alternanza tra le gare casalinghe delle due provinciali. Il quasi è dovuto alle eccezioni del 18 novembre: il Chions ospiterà l’Este, e il Tamai farà lo stesso con il Sandonà, e del 31 marzo 2019, con gialloblù e biancorossi impegnati in casa con Sandonà e Campodarsego. «A prescindere da dove giocheremo – chiosa Vido – vogliamo partire col piede giusto per infondere fiducia a un gruppo che parte con l’obiettivo di salvarsi» . –

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI