Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Da Grado a Lignano, ecco il mondiale di swimrun

Domenica 16 la gara mista di corsa e nuoto in cui ci sarà in palio il titolo iridato: saranno 23 le nazioni rappresentate



I super atleti metà uomini, metà anfibi tornano a dare spettacolo nel tratto tra terra e mare che separa Grado e Lignano Sabbiadoro nella AquaticRunner 2018, in programma il prossimo 16 settembre. L’edizione 2018 della spettacolare manifestazione sportiva, l’unica capace di percorrere un territorio mozzafiato ed incontaminato, è stata presentata mercoledì a Lignano. L’evento sarà valido come campionato mondiale individuale (Iwc) di swimrun, la multidisciplina che accomuna nuoto e corsa a pie ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter



I super atleti metà uomini, metà anfibi tornano a dare spettacolo nel tratto tra terra e mare che separa Grado e Lignano Sabbiadoro nella AquaticRunner 2018, in programma il prossimo 16 settembre. L’edizione 2018 della spettacolare manifestazione sportiva, l’unica capace di percorrere un territorio mozzafiato ed incontaminato, è stata presentata mercoledì a Lignano. L’evento sarà valido come campionato mondiale individuale (Iwc) di swimrun, la multidisciplina che accomuna nuoto e corsa a piedi, oltre che come campionato italiano Csen individuale. Per Matteo Benedetti, deus ex machina della manifestazione e anima dello swimrun in Italia, la possibilità di organizzare un Mondiale in casa è il coronamento di un obiettivo che aveva annunciato ancora nel 2015, dallo sponsor Cussigh Bike, in occasione della presentazione della prima gara in assoluto.

Il percorso dell’edizione 2018 è pressoché identico a quello della precedente edizione, anche per una questione di garanzie dello svolgimento del mondiale, àmbito che ha bisogno di certezze tecniche ed organizzative. L’unica novità è connessa alla parte interna al Villaggio Efa Bella Italia che viene allungato di circa un chilometro. Confermata la presenza del Campione del mondo Ironman 2005 Faris-Al Sultan, uno degli atleti più forti di tutti i tempi che già l’anno scorso aveva partecipato alla manifestazione lignanese.

Quest’anno sono ben ventitre le nazioni rappresentate tra le quali Australia, Canada, Uruguay e gli Stati Uniti. Sicura la presenza dell’iberico Marcel Zamora, vinciore di dodici ironman in carriera, dell’azzurro Alberto Casadei e dell’australiano Arlel Young, vincitore nel 2016 e 2017 al campionato del mondo di swimrun a coppie categoria mista). Confermati al via da Grado, il 16 settembre, anche i Campioni Nazionali Csen Swimrun: Cappellini, Guadagni e Cauz. La distanza da coprire sarà di 25,7 chlometri a piedi e 6,3 chilometri a nuoto, con 19 transazioni nuoto/corsa per un totale di 32 chilometri complessivi. Il pezzo più lungo di nuoto è di è di circa 200 metri, a Lignano Sabbiadoro, mentre tra le parti che prevedono la corsa a piedi è sempre il tratto sull’isola di Sant’Andrea da 5,4 km il più impegnativo.

La partenza è fissata alle 7 di mattina al Parco delle Rose di Grado; l’arrivo dei primi protagonisti è previsto a Lignano Pineta, in Piazza Marcello D’Olivo in tarda mattinata, anche se è chiaro che i tempi di percorrenza dipenderanno soprattutto dalle condizioni meteorologiche. L’obiettivo degli organizzatori, oltre che proporre una gara di elevato contenuto tecnico, è quella di salutare la grande cornice di pubblico del 2017 e, magari, ospitare ancora nuovi spettatori. Il sogno, ma se ne riparlerà eventualmente nel 2019, è quello di coinvolgere nel percorso anche Grado Vecchia. —