Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Cavazzo re per una notte ma quanta fatica col Ceda Colpaccio Val del Lago

tolmezzoInizia il conto alla rovescia per il Carnico (in campo alle 16) e in Prima categoria il Cavazzo gioca in “anticipo” portandosi al virtuale comando ma quanta fatica per superare un coriaceo...

tolmezzo

Inizia il conto alla rovescia per il Carnico (in campo alle 16) e in Prima categoria il Cavazzo gioca in “anticipo” portandosi al virtuale comando ma quanta fatica per superare un coriaceo Cedarchis che capitola al 34’ della ripresa per il rigore di Sferragatta. C’è attesa quindi per la risposta dei Mobilieri impegnati con un Trasaghis sinora capace tra le mura amiche di 6 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte (con Campagnola alla prima e Cedarchis alla tredicesima giornata): «Abbiamo un ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

tolmezzo

Inizia il conto alla rovescia per il Carnico (in campo alle 16) e in Prima categoria il Cavazzo gioca in “anticipo” portandosi al virtuale comando ma quanta fatica per superare un coriaceo Cedarchis che capitola al 34’ della ripresa per il rigore di Sferragatta. C’è attesa quindi per la risposta dei Mobilieri impegnati con un Trasaghis sinora capace tra le mura amiche di 6 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte (con Campagnola alla prima e Cedarchis alla tredicesima giornata): «Abbiamo un calendario che prevede quattro trasferte e due partite casalinghe – precisa il tecnico sutriese Gilberto Buzzi – ma sono circostanze che non ci devono preoccupare in quanto il nostro scontato destino ci costringe a cercare il bottino pieno in tutti i nostri prossimi impegni. Lo stato di salute della squadra – continua Buzzi – è buono, quindi restiamo ottimisti convinti delle nostre possibilità». In coda dopo quattro debacle consecutive (15 reti subite e solo 2 realizzate), test-verità per l’Illegiana contro la non certa tranquilla Ovarese. Anticipo: Campagnola-Val del Lago 2-4.

In Seconda categoria con il discorso promozione quasi deciso, tutta l’attenzione è concentrata nella lotta retrocessione dove non mancano le pretendenti a diventare le compagne di viaggio del già condannato Il Castello e in tale prospettiva il match-clou si giocherà a Timau dove gli azzurri di mister Di Bello ospiteranno la Stella Azzurra: «Un girone di ritorno decisamente sottotono (4 punti sui 18 disponibili, ndr) – ammette il mister timavese – con la squadra ad accusare un calo mentale ed il + 6 dal quartultimo posto non è assolutamente rassicurante, quindi con la Stella la classifica dovrà muoversi e in tale prospettiva resto ottimista». Per le altre impegni casalinghi per Ardita e Audax mentre al San Pietro tocca l’Arta Terme.

In Terza categoria appuntamenti più che abbordabili per le squadre di testa ma massima attenzione alle partite sulla carta scontate.

Nell’anticipo, Bordano-Lauco è finita 2-3. —

Renato Damiani