Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Brian-Torviscosa è già scontro al vertice Allarme Lignano

Sabato l’anticipo (e derby) di fuoco a Precenicco Mister Franco Martin dopo il ko: «Dovevamo vincere»



Fanno subito la voce grossa tre delle cinque pretendenti alla salita in serie D. Torviscosa, Brian e San Luigi hanno colto un fisiologico bottino pieno senza incassare gol contro una matricola (il Flaibano) e due squadre rivoluzionate (Tricesimo e Cordenons), ma Brian-Torviscosa di sabato alle 17 farà già maggior chiarezza sulla legittimità delle reciproche ambizioni.

Le altre due aspiranti al salto di categoria, Pro Gorizia e Lumignacco, si sono elise a vicenda nel faccia a faccia imbottito ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter



Fanno subito la voce grossa tre delle cinque pretendenti alla salita in serie D. Torviscosa, Brian e San Luigi hanno colto un fisiologico bottino pieno senza incassare gol contro una matricola (il Flaibano) e due squadre rivoluzionate (Tricesimo e Cordenons), ma Brian-Torviscosa di sabato alle 17 farà già maggior chiarezza sulla legittimità delle reciproche ambizioni.

Le altre due aspiranti al salto di categoria, Pro Gorizia e Lumignacco, si sono elise a vicenda nel faccia a faccia imbottito di ex, esito del quale gli udinesi possono ritenersi soddisfatti considerate le pesanti assenze per squalifica residuo del cruento spareggio di Calvisano per la serie D che ha chiuso la stagione scorsa del Lumignacco.



Il diesse del Brian Fabio Berti non ha granché gradito la nostra considerazione che il budget messogli a disposizione dalla dirigenza sia congruo con le dichiarate ambizioni di serie D. «Sembra – argomenta – che se non otterremo l’obiettivo io avrei sbagliato nello spendere i soldi messimi a disposizione, ma pur non nascondendo che puntiamo molto in alto è bene sapere che il budget con il quale ho operato è lo stesso dell’anno in cui abbiamo dominato la Promozione». Sornioni il nuovo presidente Zeno Roma e il suo predecessore Gianfranco Chiandotto: «Berti sa come lavorare e l’importante è che non alteri l’equilibrio finanziario della società. Come ha già dimostrato di saper fare tagliando tre attaccanti e reinvestendo la somma risparmiata per ingaggiare un bomber di grido come Cesca». Mai banali, a Precenicco.



È già suonato al Lignano, dove la sconfitta con la Gemonese si è aggiunta alle due subite in coppa per mano della matricola Flaibano. Impietoso il confronto con lo scorso campionato, apertosi con tre vittorie consecutive. «La situazione è diversa – spiega mister Giulio Cesare Franco Martin – perché rispetto a quella squadra ho perso qualità nell’ossatura, fattore cui si aggiungono le difficoltà fisiche di qualche giocatore. Certo che se non si vincono partite come quella con la Gemonese, team del tutto alla nostra portata, c’è da cominciare a preoccuparsi». Il tecnico ha indicato in nome di qualche giocatore di personalità ancora libero in Veneto, e il diesse Flavio Tamai avrà tempo fino alla chiusura del mercato fissata per venerdì prossimo alle 19 per provvedere.



Domenica a Tricesimo è stato avvistato l’attaccante Azian Tano, classe 1990 reduce dai naufragio delle trattative con Brian e Lumignacco. «Il ragazzo è libero – ha confermato il patron azzurro Antonio Sorrentino – ma tutto ruota intorno dalle sue richieste economiche». Il suo arrivo sarebbe oro colato per Massimo Zucco, mister dell’unica delle 16 squadre di Eccellenza a non aver ancora segnato nei 270’ ufficiali già disputati. —