Quotidiani locali

il simposio

Stelle del mosaico da tutto il mondo all’opera in Friuli

Storia, cultura del territorio e innovazione viaggiano insieme su un percorso di tessere colorate ed estro creativo: si apre il primo simposio internazionale di mosaico contemporaneo

UDINE. Storia, cultura del territorio e innovazione viaggiano insieme su un percorso di tessere colorate ed estro creativo: si apre oggi il primo simposio internazionale di mosaico contemporaneo che ha come fulcro Udine e Clauiano (Trivignano).

Un progetto unico al mondo dedicato all’antica tecnica musiva declinata nelle sue espressioni più attuali. Undici celebri artiste provenienti dai quattro angoli del globo lavoreranno a stretto contatto nel capoluogo friulano fino al 19 giugno.

Le loro opere potranno essere ammirate in occasione del “MusiVarium Festival”, che animerà corti e vie dell’incantevole borgo di Clauiano il 21 giugno con un programma di eventi per tutte le età. «Con questa iniziativa intendiamo promuovere e valorizzare il patrimonio artistico e culturale del nostro territorio, in particolare il mosaico contemporaneo, come già fatto attraverso le edizioni della mostra internazionale “International Mosaics in Clauiano”.

L’arte musiva, legata all’antico splendore di Aquileia, oggi respira un nuovo soffio di vita», ha spiegato Maida Zerman, presidente dell’associazione culturale Clauiano Mosaics & More che organizza il progetto, durante la presentazione nella sede udinese della Regione. «L’idea di un simposio di mosaico è molto innovativa: non è mai stato fatto al mondo.

Le richieste di partecipazione sono state tante, così abbiamo dovuto limitarne il numero», ha sottolineato Giulio Menossi, pluripremiato mosaicista e direttore artistico dell’associazione. Giungono da Francia, Austria, Porto Rico, Brasile, Stati Uniti (in tutto dieci diverse nazioni) e lavoreranno nel laboratorio di Menosssi, a Udine, reinterpretando un unico tema, simbolo del nostro territorio: la sedia.

Trasformeranno, dunque, in modo libero i pezzi donati da dieci aziende del manzanese. Le opere potranno poi essere votate via Facebook e nella giornata del “MusiVarium Festival”; le due vincitrici parteciperanno a Expo 2015. «È una manifestazione davvero apprezzabile per la capacità di coniugare storia e modernità: la sfida oggi non è semplicemente tutelare la cultura storica, ma anche innovarla», ha commentato Pietro Paviotti, capogruppo

di “Cittadini” in consiglio regionale.

«Siamo orgogliosi di quest’iniziativa che darà visibilità al borgo di Clauiano anche fuori confine e perciò ringraziamo la Regione per averla sostenuta», ha aggiunto Barbara Gottardo, assessore comunale alla Cultura di Trivignano Udinese.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVE OPPORTUNITA' PER CHI AMA SCRIVERE

Servizi, una redazione a disposizione dell'autore