Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Scoprire la Valcellina a bordo del trenino

BARCIS. C’è addirittura il capostazione, con tanto di cappello, a rendere ancora più realistica l’atmosfera: il Trenino della Valcellina, che non viaggia su rotaie ma su ruote, anche quest’anno anima...

BARCIS. C’è addirittura il capostazione, con tanto di cappello, a rendere ancora più realistica l’atmosfera: il Trenino della Valcellina, che non viaggia su rotaie ma su ruote, anche quest’anno anima la proposta turistica di Barcis e dintorni, con un itinerario che permette di viaggiare sulla vecchia strada di accesso alla valle con un affascinante passaggio nel canyon creato dal fiume Cellina. Fino a questa settimana il treno corre solo i giorni prefestivi e festivi, ma dal 20 luglio al 30 ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

BARCIS. C’è addirittura il capostazione, con tanto di cappello, a rendere ancora più realistica l’atmosfera: il Trenino della Valcellina, che non viaggia su rotaie ma su ruote, anche quest’anno anima la proposta turistica di Barcis e dintorni, con un itinerario che permette di viaggiare sulla vecchia strada di accesso alla valle con un affascinante passaggio nel canyon creato dal fiume Cellina. Fino a questa settimana il treno corre solo i giorni prefestivi e festivi, ma dal 20 luglio al 30 agosto ci saranno corse ogni giorno, soddisfacendo così la domanda dei turisti di tutte le età. Infatti non solo i bambini con i genitori, ma anche tanti adulti si fanno conquistare dalle emozioni di questo itinerario, che varia lungo le ore della giornata. Al mattino, dalle 10, ogni 40 minuti c’è il viaggio base, con partenza e arrivo da Ponte Antoi percorrendo la citata vecchia strada dopo aver affrontato i saliscendi del Dint e aver raggiunto località Molassa. Il cuore del viaggio è la spettacolare forra del Cellina. Al pomeriggio dalle 14.30 l’itinerario parte e arriva ogni ora dalla centralissima piazza Lungo lago a Barcis, permettendo di costeggiarlo fino ad arrivare a Ponte Antoi e da lì riprendere il giro del mattino. Non solo: il gestore Friulviaggi garantisce per le corse delle 12.10 e 17.30 anche la salita al borgo tipico di Andreis. Ma Barcis vuol dire anche la possibilità di rinfrescarsi in queste giornate afose con un bagno nel lago dove consentito. (d.f.)