Quotidiani locali

Bufale e offese su Internet, Boldrini: "La notizia falsa non è mai innocente"

La presidente della Camera ha inaugurato, alla Stazione Marittima di Trieste, il progetto “Parole O_Stili”, E difende i giornalisti: "Professione sotto attacco"

TRIESTE. «Ritengo sia molto utile unire le forze per lanciare una mobilitazione di tutti coloro che sono contrari all’odio in rete. L’ “hate speech” non può rappresentare il prezzo da pagare per essere presenti sullo spazio digitale. Una community contro la violenza sul web fornisce uno strumento in più a disposizione di chi è impegnato a contrastare questo fenomeno, ma anche di chi ne è, suo malgrado, vittima».

leggi anche:

A sottolinearlo è la presidente della Camera, Laura Boldrini, che venerdì, 17 febbraio, ha inaugurato alla Stazione Marittima, la due giorni di “Parole O_Stili” l’iniziativa di cui si è resa artefice insieme a 300 fra giornalisti ed esperti della comunicazione riuniti in una community che intende far prevalere il buonsenso e l’educazione in Rete. Tra gli ospiti dell’iniziativa, anche il direttore de La 7, Enrico Mentana, che presenzierà domani alla seconda giornata dei lavori.

«La notizia falsa, la bufala, non è mai innocente, in quanto è mirata a creare odio», ha continuato la presidente della Camera, Laura Boldrini, durante la visita alla Fondazione Luchetta di Trieste. «Tu dici cose assurde - ha spiegato - le metti in bocca a una persona che non le ha mai dette e mai pensate, perché la gente possa reagire odiando quella persona. È un meccanismo diabolico che crea un discorso pubblico - ha concluso Boldrini - basato sull'odio».

L'intervista a Laura Boldrini:«Parole come pietre, l’insulto sul web fa ancora più male» (da Il Piccolo)

Per Boldrini, inoltre, «la professione giornalistica è sotto attacco da più parti, dal fatto che non si investono abbastanza risorse per fare in modo che i giovani possono avere un percorso professionale adeguato e dal fatto che c'è chi ha interesse a diffondere disinformazione». «Le fake news possono creare danni alle persone, non sono goliardate. La professione giornalistica deve salvaguardarsi puntando sempre più sulla qualità, sul fact-checking e sulla serietà. È l'unico modo perché non venga a travolta - ha concluso Boldrini - da quello che succede».

L'HATE SPEECH

L’“hate speech”, secondo un’indagine dell’Osservatorio Giovani dell’istituto Toniolo sul tema “Diffusione, uso, insidie dei social network” è un argomento molto sentito dai giovani italiani: 7 giovani su 10 (69,9%) l’hanno sperimentato in prima persona e quasi il 90% degli intervistati (89,4%) ne ha un’opinione negativa.

Questo il programma della prima giornata. Alle 16.30 il saluti dell’organizzatrice Rosy Russo; alle 16.40 monologo del conduttore Alberto Fedel; alle 17, saluto istituzionale del sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza; alle 17.05, intervento della presidente della Regione Friuli-Venezia Giulia, Debora Serracchiani. Seguirà alle 17.10 la presentazione del Manifesto della comunicazione non ostile. Alle 17.40 si terrà l’intervento della presidente della Camera Laura Boldrini, intervistata dalla giornalista della Stampa, Anna Masera.

Alle 18.10 è prevista la presentazione dei dati elaborati per “Parole O_Stili”. Interverranno il professor Alessandro Rosina dell’Osservatorio Giovani dell’istituto Toniolo, il presidente di Swg Maurizio Pessato e il professoreLuigi Curini delluniversità di Milano.

Alle 18.30 è prevista la presentazione dell’”Acchiappatroll” sempre a cura di Rosy Russo. La chiusura della prima giornata dei lavori è prevista per le 18.45, con le conclusioni di Alberto Fedel.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LA PROMOZIONE

Pubblicare un libro gratis