Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Il ritorno di Fito: l’aetosauro in 3D diventa il simbolo della Val Dogna

L’animale preistorico ricostruito grazie all’impiego del materiale scientifico prodotto dal museo  di scienze naturali

LUCIANO PATAT

Un tuffo nel passato di centinaia di milioni di anni, in compagnia di Fito. Sono gli ingredienti della “serata triassica” con protagonista il dinosauro simbolo di Dogna, voluta dal Comune nel contesto dei festeggiamenti paesani. Domenica 12 agosto, dalle 18, sarà presentato nel locale Centro polifunzionale il modello tridimensionale dell’aetosauro del quale, nel 1994, sono state rinvenute tracce in Val Dogna, piste fossili individuate dal Corpo forestale dello Stato a oriente de ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

LUCIANO PATAT

Un tuffo nel passato di centinaia di milioni di anni, in compagnia di Fito. Sono gli ingredienti della “serata triassica” con protagonista il dinosauro simbolo di Dogna, voluta dal Comune nel contesto dei festeggiamenti paesani. Domenica 12 agosto, dalle 18, sarà presentato nel locale Centro polifunzionale il modello tridimensionale dell’aetosauro del quale, nel 1994, sono state rinvenute tracce in Val Dogna, piste fossili individuate dal Corpo forestale dello Stato a oriente del piccolo abitato di Chiout di Puppe. Vicino al fiume Dogna si trovano ancora le tracce dei nidi di questa creatura estinta.

A Fito, questo il nome dato al dinosauro, è dedicata una sala del Museo del Territorio. La raffigurazione in 3D, commissionata dal Comune, è stata realizzata dalla società Zoic, che ha curato il modello grazie al materiale scientifico fornito del museo di scienze naturali di Udine guidato da Giuseppe Muscio. Visto che i posti nel Centro polifunzionale sono limitati, la prenotazione è obbligatoria, chiamando in municipio allo 0428/93000, o inviando una mail ad anagrafe@comune.dogna.ud.it. A fare gli onori di casa sarà Flavio Bacchia, geologo e amministratore unico di Zoic, che in questi mesi ha dialogato con l’amministrazione dognese.

Sarà presente anche il sindaco Simone Peruzzi, pronto ad annunciare possibili novità future: «La presentazione del 12 agosto è il punto di partenza di un progetto più ampio – svela –: vogliamo realizzare un modello in realtà aumentata che consenta di far camminare il dinosauro lungo le vie del paese, permettendo a tutti di godere di questo spettacolo con smartphone o tablet. Un’iniziativa che, in particolare, strizza l’occhio alle scolaresche, in abbinamento con il nostro Museo del territorio. Ma crediamo che tutto questo possa avere il suo appeal, eccome, anche sugli adulti».

E non finisce qui. Sempre nel contesto dell’appuntamento di domenica, durante la sagra di San Lorenzo sarà proposto anche un menu ad hoc, con la presenza del dinosauro in primo piano: «Nel corso della serata – conclude il sindaco Peruzzi – sarà possibile gustare due pietanze particolari, “fitopan” e “uovosauro”. Gli ingredienti di questi piatti? Top secret, invitiamo tutti a venire a scoprirli». Insomma, un appuntamento con grande protagonista “Fito”, divenuto negli anni una delle principali attrattive di Dogna. L’aetosauro, vissuto nel Triassico superiore (tra 225 e 210 milioni di anni fa), era un rettile corazzato. In futuro, nelle intenzioni, sarà possibile vederlo muoversi nel centro del paese grazie alla tecnologia. Un’emozione per grandi e piccini. —