Menu

IL CEMENTIFICIO DI TORVISCOSA

Sì dell’Arpa, ma l’impianto resta bloccato

Dopo il no dell’Ass 5, depositato lo studio dell’Agenzia. La giunta decide a giorni L’assessore: «La parola agli uffici». Il ds: «Non puoi scaricare le responsabilità»

UDINE. «Abbiamo ricevuto anche il parere dell’Arpa, che conferma quanto dichiarato in commissione Via e si dice favorevole al cementificio di Torviscosa arricchendo la relazione di ulteriori dati. Quando gli uffici avranno pronta la delibera, sulla base della valutazione dell’Arpa e dell’Ass 5, che per la prima volta ha espresso in maniera esplicita un parere non favorevole a differenza dei due rilasciati in precedenza, porteremo la delibera in giunta. È un fatto tecnico che andrà valutato anche sotto il profilo giuridico». Gianfranco Moretton, in margine alla giunta riunita a Ruda, conferma valutazioni e tempi tecnici sulla realizzazione dell’impianto della Bassa, e subito si apre lo scontro politico nella maggioranza, alimentato dal capogruppo ds Mauro Travanut che esce allo scoperto e attacca l’assessore. «Chi ha sbagliato a valutare, se ha sbagliato, lo riconosca e non scarichi sui tecnici che hanno lavorato bene», dice l’esponente ds della Bassa. «Qualcuno - è il riferimento a Moretton è esplicito - riconosca gli errori, se ci sono stati. Ritengo si debba fare chiarezza e non addossare a figure piú deboli responsabilità che non hanno. Non posso permettere che avvenga: è un fatto etico, prima che politico. A me compete dire le cose come stanno. Non posso fare diversamente». E da San Giorgio, ieri sera, il consigliere regionale dei Verdi, Alessandro Metz, ospite del Comitato del no al cementificio, riunito in piazza, ha chiesto di fermare anche la realizzazione della vetreria prevista nella Bassa e ha rilanciato al governatore Illy la richiesta di adottare un metodo decisionale «piú concertato sulle questioni ambientali». Metz ha anche parlato di un sondaggio che registrebbe un leggero calo di consensi della maggioranza per le ultime vicende in tema ambientale. «Non è pensabile che si scarichi sull’Ass 5 la responsabilità di questa vicenda - ha detto Travanut attaccando Moretton -. Io mi faccio paladino di chi si è espresso con chiarezza fin dall’inizio, perché non c’è mai stato un problema di interpretazione». Già a febbraio - dice - i tecnici regionali avevano scritto in un documento ufficiale, a proposito della relazione dell’Ass 5 che essa, di fatto, dava «parere sfavorevole». Poi nell’audizione chiesta da Travanut in consiglio «i sanitari ribadirono gli stessi concetti espressi nel parere». Se dunque già allora «l’ingegner Cartagine interpretava la relazione dell’Ass come un parere negativo, non si capisce perché oggi l’assessore Moretton dica che quella valutazione è diventata finalmente chiara, scaricando di fatto tutto sull’Ass 5». Travanut si spinge oltre: «Chi ha firmato l’autorizzazione Via il 28 di marzo deve ancora spiegare perché ha votato a favore. Ognuno si prenda le sue responsabilità. Se qualcuno ha sbagliato - conclude - lo riconosca». «Penso che per la prima volta possa esserci un segnale di discontinuità perché per la prima volta arrivano dei sondaggi che danno la criticità ambientale come uno dei punti più negativi e che rischiano di incidere sul risultato di questa maggioranza verso il 2008 - ha detto il consigliere regionale Alessandro Metz -. Questo farà sí che chi intende ricandiarsi per governare questa regione forse finalmente capirà che il metodo va rovesciato». Metz rivela dunque che ci sarebbe un sondaggio: «Mi risulta che il presidente ne abbia uno settimanale e per la prima volta registri questo segnale di calo sul tema ambiente». «La vicenda “cementificio” diventa ogni giorno di più la dimostrazione della inaffidabilità di questa giunta
regionale e anche del suo presidente», è l’accusa della Cdl rilanciata ieri dal coordinatore di Fi, Isidoro Gottardo, per il quale «il Consiglio convocato dalle opposizioni di centrodestra ha rappresentato la svolta rispetto a un modo di operare basato sull'arroganza e sulla poca trasparenza».

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro