Menu

Prima domenica di luglio,
in 200 mila a Lignano

Un mare di ombrelloni aperti davanti al mare di Lignano. Ecco l’immagine che la prima domenica di luglio nel centro balneare friulano ha lasciato di sé. Con gli oltre 200 mila bagnanti sono stati raggiunti i livelli record delle stagioni migliori. Una domenica, dunque, che grazie a una giornata di sole con temperature inferiori rispetto ai picchi dei giorni scorsi, resa gradevole da una costante brezza, ha richiamato sull’arenile un’autentica folla

di Clemente Borando

LIGNANO.
Un mare di ombrelloni aperti davanti al mare di Lignano. Ecco l’immagine che la prima domenica di luglio nel centro balneare friulano ha ha lasciato di sé. Con gli oltre 200 mila bagnanti sono stati raggiunti i livelli record delle stagioni migliori. Una domenica dunque che grazie a una giornata di sole, con temperature inferiori rispetto ai picchi dei giorni scorsi, resa gradevole da una costante brezza, ha richiamato sull’arenile un’autentica folla tra vacanzieri, turisti del fine settimana legati alla seconda casa e pendolari. In serata poi la pioggia ha rinfrescato l’aria.Soltanto a pomeriggio inoltrato la situazione meteo si è guastata con una nuvolosità estesa e foschie e questo ha in parte anticipato i rientri. C’è chi ha preso di mira i vari ritrovi e non sono mancati altri appuntamenti come un raduno regionale di vespisti che hanno raggiunto e sostato a lungo a piazzale D’Olivo.

I pendolari sono giunti di buon mattino e già verso le 10 la ricerca di un parcheggio era un’impresa. Tutto pieno a Sabbiadoro fino al Lungolaguna Trento. Ben presto sono stati occupati i posti auto di viale Centrale, mentre anche Pineta si è riempita rapidamente, sicuramente nella zona compresa tra Lungomare Adriatico e Corso degli Alisei. Situazione meno caotica a Riviera, se però si esclude tutto il lungomare Riccardo Riva occupato ben presto. Soliti problemi alla viabilità con incolonnamenti e lunghe file a cominciare dal casello autostradale di Ronchis e lungo la statale dove i lavori in corso per la costruzione del nuovo casello in giornate come queste creano problemi.

Così è stato se non peggio dal tardo pomeriggio per il rientro quando il flusso dei mezzi è stato ben più massiccio viste le partenze di quanti a Lignano hanno trascorso il fine settimana.

Domenica da incorniciare dunque con l’arenile preso d’assalto e tutto esaurito o quasi nella richiesta di ombrelloni e lettini sia a Sabbiadoro che a Pineta e Riviera. Ma la giornata è stata eccezionale non solo sulla spiaggia. Dalle marine come confermano all’Ufficio locale marittimo il movimento della nautica da diporto è stato intenso. Infatti al mattino a lasciare gli ormeggi dei porti turistici di Aprilia, Punta Faro, Darsena, Marina Uno e Marina Punta Verde secondo una prima stima sono state tra le 300 e le 400 imbarcazioni.

Una domenica che vede soddisfatti gli operatori. A cominciare da
chi gestisce i servizi di spiaggia. Sergio Vacondio della Società d’area a Sabbiadoro, Furio Cepile della Sil di Riviera e Giorgio Ardito della Lignano Pineta Spa concordano nell’affermare che con il sole Lignano è sempre irresistibile per chi è libero nel fine settimana e soprattutto la domenica.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro