Menu

L’animale è stato fotografato mentre si allontanava

S’imbattono in un orso
durante un’escursione

Incontrano l’orso mentre stanno percorrendo una strada di montagna e riescono anche a fotografarlo: è questo il simpatico fuoriprogramma accaduto sabato a una famiglia friulana sulla strada che collega la frazione di Villanova alla statale per Uccea.

LUSEVERA. Incontrano l’orso mentre stanno percorrendo una strada di montagna e riescono anche a fotografarlo: è questo il simpatico fuoriprogramma accaduto sabato a una famiglia friulana sulla strada che collega la frazione di Villanova alla statale per Uccea.

Erano circa le 16.30 infatti quando l'orso è stato sorpreso sulla strada dal furgone su cui viaggiavano Nerina Paternich di San Michele al Taglamento, il figlio Thomas Pavon che risiede ad Adegliacco di Tavagnacco e la fidanzata Yamilka Mena Morel. «Come ci ha sentiti – testimonia Thomas Pavon – l'orso si è subito allontanato dalla strada e si è messo a correre via. Noi abbiamo cercato di disturbarlo il meno possibile, ci siamo fermati e, aperto il finestrino, sono anche riuscito a scattargli una fotografia ma da lontano, perchè ormai era già in fuga».

'animale avvistato era di colore marrone, sembrava un orso adulto ed era estremamente tranquillo. Come nei passati casi di avvistamento, l'orso non ha dimostrato alcuna aggressività. Non è stato anzi possibile avvicinarlo per più di una trentina di metri poiché l'animale, spaventatosi al contatto con l’uomo, si è subito dato alla fuga verso il monte Bernadia. I protagonisti del singolarissimo avvistamento, elettrizzati e stupiti, hanno informato dell'episodio il gestore e i clienti del bar ristorante Terminal di Villanova, dove hanno anche mostrato il rarissimo “scatto”, che ha incuriosito tutti.

Se non sono infatti infrequenti, nella zona del Tarcentino, gli avvistamenti dell'orso, è però molto raro avere l'opportunità di fotografarne uno e in questo senso ieri, a Villanova, si commentava l'accaduto. La famiglia protagonista dell'avvistamento stava rientrando a casa dopo essersi recata nell'alta val Torre per informarsi sugli orari di apertura delle grotte, disponibili per le visite il sabato e la domenica dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18.

Proprio Mauro Pinosa, presidente del gruppo Gelgv che gestisce le visite al complesso ipogeo, ha commentato la notizia di questa singolare foto. «Già una volta l'orso era presente nei nostri boschi – ha testimoniato – e ora il ritorno di questo ospite, che non ha mai dato fastidio ad alcuno o fatto alcun danno, ci fa piacere. È infatti un segno dell'ottimo stato dell'ambiente naturale delle nostre zone, dove si possono trovare specie che in zone meno incontaminate non sopravviverebbero».

Barbara Cimbaro

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro