Menu

Sulla tratta Udine-Gemona

A23 gratis ai Tir
per liberare le strade

Partirà dal 1° luglio la liberalizzazione per il traffico pesante del tratto dell'A23 tra Udine

Nord e Gemona/Osoppo: di fatto, i Tir (superiori ai 5 assi) potranno utilizzare il tratto autostradale gratuitamente, andando in tal modo a sgravare la viabilità ordinaria dai grandi flussi merci che quotidianamente intasano la statale 13 e alcune provinciali.
UDINE. Partirà dal 1° luglio la liberalizzazione per il traffico pesante del tratto dell'autostrada A23 tra Udine Nord e Gemona/Osoppo.La conferma definitiva è giunta nei giorni scorsi, con l'invio di una comunicazione da parte dell'assessore regionale alla Viabilità e Trasporti, Riccardo Riccardi, ai sindaci di Artegna, Buia, Campoformido, Cassacco, Colloredo di Monte Albano, Gemona, Majano, Magnano in Riviera, Moruzzo, Osoppo, Pagnacco, Reana del Rojale, Tricesimo, Tavagnacco, Tarcento ed Udine, nonché all'Amministrazione provinciale udinese.

Partirà il prossimo 1 luglio, per svilupparsi nel secondo semestre 2009, la liberalizzazione, per il traffico pesante del tratto autostradale della A23 tra Udine Nord e Gemona/Osoppo: di fatto, i Tir (superiori ai 5 assi) potranno utilizzare la Gemona/Osoppo-Udine Nord gratuitamente, andando in tal modo a sgravare la viabilità ordinaria dai grandi flussi merci che quotidianamente intasano la statale 13 e le provinciali 38 «del Cornappo», 49 «Osovana e Osovana bis» e 10 «del medio Friuli».

Gli uffici della direzione Mobilità e infrastrutture di trasporto della Regione segnalano comunque che potranno viaggiare lungo la Gemona/Osoppo-Udine Nord senza l'onere del pedaggio i mezzi dotati della possibilità di pagamento elettronico «Telepass» o «Viacard Business».

L'Amministrazione del Friuli Venezia Giulia, a questo proposito, ha stipulato con la società Telepass (che per conto di Autostrade per l'Italia spa gestisce gli strumenti di pagamento effettuati con transazione elettronica lungo l'asse autostradale) una specifica convenzione, che prevede, da parte della Regione, la corresponsione dei mancati introiti sino ad un massimo di 150 mila euro.

E allo scopo di verificare l'andamento del traffico pesante che a breve, dunque, si scaricherà sulla A23, sempre la Regione ha richiesto ai sedici Comuni interessati di rilevare nel corso delle prossime settimane i flussi di Tir lungo la statale 13 e le strade provinciali: tale rilievo dati si svilupperà, ha indicato l'assessore Riccardi ai sindaci, nell'arco delle 24 ore per una settimana prima dell'1 luglio e, successivamente, nell'arco di 14 giorni a convenzione operante.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro