Menu

Distribuite 2.500 bandiere

Udine già pavesata di tricolori
per l’adunata della Julia

Il conto alla rovescia per l’adunata nazionale della Julia, in programma da venerdì 11 a domenica 13 settembre, è cominciato. E la città di Udine è già pavesata a festa con le bandiere tricolori.

UDINE. Il conto alla rovescia per l’adunata nazionale della Julia, in programma da venerdì 11 a domenica 13 settembre per i 60 anni della gloriosa brigata è iniziato. E la città è già pavesata a festa. Da ieri mattina infatti hanno già cominciato a sventolare le 2500 bandiere tricolore che l’organizzazione ha messo a disposizione per l’evento: 1.500 sono collocate sui pali della luce in collaborazione con l’Amga, altre 500 sono state regalate alla Confcommercio per fare bella mostra nelle vetrine dei negozi e altrettante saranno sistemate direttamente dagli organizzatori.

E non è finita qui. L’allestimento speciale comprende anche diversi striscioni di grandi dimensioni: cinque sono già stati posizionati in città e altri sette lo saranno nei prossimi giorni. Poi saranno distribuite 10mila brochure e altro materiale non solo nel capoluogo friulano, ma in tutti i comuni direttamente coinvolti.

Tutto per accogliere al meglio le 30mila persone attese in città. I primi arrivi sono previsti già per mercoledì e giovedì, ma entro lunedì prossimo, quando inizieranno le operazioni per mettere in piedi la cittadella della Julia in piazza Primo maggio, il presidente del Comitato organizzatore, Enzo Cainero, conta di completare buona parte della “coreografia urbana” studiata per l’occasione.

L’obiettivo è quello di vestire Udine di tricolore con migliaia di bandiere e l’invito rivolto ai cittadini udinesi è quello di contribuire esponendo altri vessilli rigorosamente bianchi, rossi e verdi. Grazie alla collaborazione con il Comune, che fa parte del comitato promotore insieme con Regione e Provincia, nelle tre giornate, inoltre, i parcheggi a pagamento del territorio comunale, vista la notevole affluenza di pubblico prevista, saranno gratuiti.

E grazie alla collaborazione di palazzo Belgrado, domenica la Saf garantirà dei collegamenti gratuiti dallo stadio e dai parcheggio scambiatore di via Chiusaforte. Gli ultimi dettagli saranno messi a punto lunedì, quando è in programma l’ultimo vertice organizzativo. Il programma della manifestazione prevede, tra l’altro, l’alzabandiera in piazza Libertà, l’allestimento della “cittadella” della Julia in piazza Primo Maggio, l’esibizione di bande, la sfilata degli alpini e uno spettacolo teatrale.

Tra gli alpini che sfileranno ci sarà, molto probabilmente, anche l’ambasciatore italiano in Bulgaria che arriverà appositamente da Sofia. Tra le dieci le bande, oltre alla fanfara congedati della Julia, che si esibiranno, ci sono diversi gruppi stranieri tra i quali, anticipa Cainero, «quello del presidio militare di Debrecen, in Ungheria, quello della Carinzia e anche quello delle forze navali statunitensi per l’Europa e l’Africa che è di stanza a Napoli ed è composto da
31 elementi tutti di nazionalità diversa: ognuno di loro si esibisce indossando la sua divisa».

Uno spettacolo nello spettacolo insomma che sarà possibile ammirare sabato a Gorizia e Trieste e domenica a Udine per la grande sfilata conclusiva.

Cristian Rigo

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro