Quotidiani locali

Omofobia, assessore aggredito in città
Solidarietà del sindaco, Furio Honsell

L'assessore alla mobilità del Comune di Udine, Enrico Pizza (foto), ha presentato un esposto contro ignoti dopo gli insulti omofobici subiti sabato nel centro del capoluogo friulano da parte di tre persone

UDINE. L'assessore alla mobilità del Comune di Udine, Enrico Pizza, ha presentato un esposto contro ignoti dopo gli insulti omofobici subiti sabato nel centro del capoluogo friulano da parte di tre persone.

"Ho ritenuto di farlo non solo per tutelare la mia dignità, ma perchè episodi del genere nascondono un disagio più grave, che mostra come anche a Udine va continuata la battaglia contro l'omofobia".

Pizza ha ricevuto la solidarietà del sindaco di Udine, Furio Honsell, della giunta comunale, dell'europarlamentare del Pd Debora Serracchiani, di sindacati, associazioni e di molti cittadini.

Accanto all'assessore, anche Arcigay e Arcilesbica stanno valutando di costituirsi parte civile in un eventuale processo contro gli aggressori.

«Stavo passeggiando con il mio compagno proprio nei pressi del municipio - racconta l’assessore - quando un gruppo di tre uomini, tra i quali ho riconosciuto un noto esponente dell’estrema destra udinese, si è avvicinato a noi con fare minaccioso. Uno dei tre - prosegue Pizza - ha iniziato ad insultarmi, rivolgendomi epiteti inequivocabili. Ho chiesto una spiegazione e l’esponente di estrema destra che conosco ha cercato in qualche modo di calmare lo scalmanato. Ma non è servito a niente».

«Mentre ci stavamo allontanando lo stesso individuo ha continuato a seguirci - lo ha fatto per una cinquantina di metri -, sempre con atteggiamento minaccioso. Una persona di mia conoscenza, che ha assistito all’aggressione verbale - continua Pizza - è allora intervenuta per sedare gli animi, evitando che le cose degenerassero».

«Sono molto scosso per quanto è accaduto. È la prima volta che mi succede una cosa del genere e oltrettutto in pieno centro, tra tanta gente. Ma non è la prima volta che accade a Udine. qualche mese fa un ragazzo gay è stato a sua volta offeso, minacciato e inseguito. Oggi è finita bene ma non vorrei che altri episodi del genere siano capitati ad altri che magari hanno subito in silenzio».

Trova Cinema

Tutti i cinema »

In edicola

Sfoglia Messaggero Veneto
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana