Quotidiani locali

Muletto si ribalta ad Attimis: muore operaia madre di due figli

L’incidente è avvenuto ieri pomeriggio poco prima della 17. La donna stava scaricando un camion quando si è consumata la tragedia: è deceduta sul colpo

ATTIMIS. Aveva effettuato quella stessa operazione centinaia, forse addirittura migliaia di volte. Perché col muletto Manuela Ballico era molto abile, pure meglio di tanti uomini, assicurano i colleghi. Eppure ieri pomeriggio qualcosa è andato storto e la donna, 42 anni, è morta schiacciata dal mezzo mentre scaricava un camion davanti al magazzino della Dynamic Technologis.

Impossibile al momento stabilire che cosa non abbia funzionato. L’unica cosa certa è che il muletto sul quale stava manovrando Manuela Ballico si è inclinato, lei è caduta o forse ha cercato di saltare, ma non ce l’ha fatta. Il macchinario le è finito addosso e per la 42enne di Attimis non c’è stato niente da fare. Quando sono arrivati i soccorsi con l’ambulanza del 118 poco prima delle 17 il suo cuore aveva già smesso di battere. Troppo gravi i traumi riportati alla gambe e alla testa.

Resta da capire perché il muletto si sia rovesciato: diverse le ipotesi al vaglio degli inquirenti. I carabinieri di Cividale al momento non escludono nessuna ipotesi. Forse un carico è caduto dall’alto. Forse c’è stato un cedimento. Forse una manovra non è stata eseguita alla perfezione. Ma sono solo ipotesi e domande che al momento restano senza risposta.

Si è trattato di un incidente, Manuela era da sola, stava scaricando dei tombini in ghisa da un camion all’esterno del magazzino in via Udine 71 dove lavorava con altri 4 operai, tutti uomini. Quando il muletto si è ribaltato – hanno raccontato gli operai – si è sentito come un botto: Manuela non c’era più. Increduli e senza parole i tanti colleghi accorsi sul posto. Troppo grande il dolore. Per lei, che lavorava alla Dynamic Techologies da più di 10 anni e anche per la sua famiglia, la mamma Rosa, la sorella Dania, il marito Denis Castro Garcia e i suoi due figli una bambina e un bambino di appena 8 e 4 anni.

Per la famiglia Ballico è il secondo grave lutto in pochi anni. Nel 2006 a poche centinaia di metri dal magazzino della Dynamic, aveva perso la vita in un incidente stradale il padre di Manuela, Adriano Ballico.

Ieri, insieme ai vigili del fuoco e ai carabinieri anche il sindaco Sandro Rocco, l’assessore Giorgio Flocco e il sindacalista della Fiom, Giuseppe Mazzotta si sono recati
sul luogo dell’incidente. a nome di tutti i lavoratori è stato la Rsu, Vasco ristic a parlare: «Ancora non ci crediamo – ha detto – siamo distrutti. Da noi non erano mai capitati infortuni. Siamo distrutti anche perché quello che è successo è inspiegabile».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Stampare un libro, ecco come risparmiare