Menu

La reazione del Pdl per Tolmezzo: «Se ci sono reati denunciateli»

Il caso della piazza e del senatore Lenna. Intanto spunta il progetto per la stazione di Heidelberg che somiglia a quello presentato

TOLMEZZO. Il sindaco di Tolmezzo, Dario Zearo, sulla polemica sorta in merito al progetto di riqualificazione di Piazza XX Settembre a Tolmezzo e al fatto che ad occuparsene sia l’ex assessore regionale – oggi senatore-architetto Vanni Lenna – dice: «La Commissione che ha valutato il progetto non era composta da politici, ma solo da tecnici. Se qualcuno ha qualcosa da dire, lo denunci alla Procura della Repubblica». Non intende aggiungere altro, Zearo.

Intanto in città e sul web (soprattutto sul sito carnia.la sul quale è apparsa per la prima volta la notizia) non si placa la polemica, anche perché sui blog della Carnia si aggiungono nuovi elementi: spiccano in particolare alcune immagini che ricordano molto la proposta avanzata per la piazza principale di Tolmezzo. Sarebbero quelle di un progetto dell’architetto Augusto Romano Burelli, noto professionista che è in cordata con Lenna proprio per il progetto per Piazza XX Settembre, ma per la piazza della stazione di Heidelberg.

Analogie che secondo l’ex presidente del consiglio regionale Antonio Martini insinuerebbero alcuni dubbi sulle premesse storiche del progetto di Lenna e Burelli per la piazza di Tolmezzo. Accuse respinte al mittente da Lenna.

Il “luogo” della contesa è piazza XX Settembre, il salotto di Tolmezzo. Il sindaco, dopo decenni, voleva sistemarla un po’. Per questo scrive alla Regione Friuli Venezia Giulia chiedendo un apposito finanziamento. Dall’altra parte, come interlocutore, a facilitargli le cose c’è il consigliere regionale Vanni Lenna, architetto di Tolmezzo, con uno studio a 50 metri dalla piazza da appaltare. Fedelissimo del governatore Renzo Tondo, ha lunghi trascorsi politici da ex Psi, poi forzista e ora esponente del Pdl.
La Regione assicura subito il contributo al sindaco e l’iter parte senza troppi intoppi.

Nel frattempo l’assessore Lenna viene ripescato in Senato, al posto di Giovanni Collino, eletto europarlamentare, lascia la giunta e l’incarico in Regione. Quando il Comune di Tolmezzo pubblica il bando di gara, Lenna è pronto a presentare un progetto per concorrere alla ristrutturazione della piazza del paese che lui stesso aveva finanziato ed è proprio lui, l’architetto-senatore, ad aggiudicarsi i lavori.
Lui come capofila di una cordata di cui fa parte anche il figlio Marco, sindaco di Forni di Sotto, sempre
fra le file del Pdl. E intasca una parcella da 55 mila euro, da dividere con gli altri professionisti.

A sollevare il caso, dal punto di vista morale e politico, è stato il consigliere Mauro Travanut – come abbiamo riferito ieri – che ha presentato un’interrogazione alla Regione.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro