Menu

In fila 70 aziende
per ricostruire
il castello di Nievo

Colloredo, 7 anni per far rinascere uno dei simboli del Friuli. Interessate al cantiere da 23 milioni 10 aziende regionali.

COLLOREDO DI MONTE ALBANO. Oltre settanta imprese da tutt’Italia sono interessate ad aggiudicarsi la ricostruzione del castello di Colloredo di Monte Albano, un lungo lavoro che nel complesso durerà circa 7 anni, per il quale la Regione ha stanziato 23.478.000 euro: 36 infatti le richieste, da parte di imprese singole o di gruppi di imprese (in gran parte associazioni temporanee), di essere ammesse alla gara d’appalto (giunte entro il 21 settembre, termine ultimo per presentare le istanze).

Al momento si tratterà di realizzare il primo lotto di lavori che prevede una spesa di 18 milioni e 400 mila euro e che comprende gli interventi nell’Ala Nievo, nella Casa Rossa, nell’Ala est e la costruzione della centrale tecnologica, nonché una parte delle opere esterne di viabilità, quelle connesse appunto con questi corpi di fabbrica. Come dicevamo, quindi, nel complesso sono più di 70 le imprese da ogni regione d’Italia, tra quelle edili e quelle che effettuano prestazioni accessorie (impiantistica, finiture…), che vorrebbero accaparrarsi il prestigioso appalto: «le numerose domande pervenute- commenta l’ingegner Federico Fant, Commissario straordinario per la ricostruzione- testimoniano il largo interesse che l’opera riscuote a livello nazionale: per quanto riguarda la distribuzione geografica delle “autocandidature” 24 gruppi sono del Nord Italia, 7 del Centro e 5 del Sud.

Tra le regioni maggiormente interessate il Veneto e l’Emilia Romagna, ma le domande coinvolgono imprese di quasi tutte le regioni della penisola, ad esclusione solamente della Calabria e della Sicilia. Dalla nostra regione sono giunte tre richieste da parte di imprese capofila, mentre altre 6-7 imprese friulane figurano tra quelle associate ad altre». Ora, le 36 richieste pervenute verranno sottoposte all’esame dell’Ater di Udine al quale sono state affidate le fasi operative della gara: verrà quindi verificato- un lavoro che dovrebbe risolversi in un paio di settimane- l’effettivo possesso, da parte delle imprese, dei requisiti necessari per poter effettuare tale imponente intervento; una fase, questa, in cui alle imprese potranno venire richiesti chiarimenti o integrazioni. Dopodiché, le ditte che saranno ritenute idonee, verranno invitate a presentare, entro i 40 giorni successivi, la loro miglior offerta: «questa fase- aggiunge l’ingegner Fant- comporterà un po’ di movimento per Colloredo di Monte Albano, poiché le imprese dovranno recarsi sul posto per ispezionare il

sito ed esaminare le condizioni dei corpi di fabbrica da ricostruire e dell’intero compendio». Un movimento di persone che- nonostante il via vai di mezzi- porterà positivi riscontri per la cittadina collinare, in primis al settore turistico e commerciale.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro