Menu

le meridiane

Ora c’è un’alleanza
fra Aiello e Pesariis
nel segno del tempo

Continua l’opera di proselitismo a cura del circolo culturale Navarca di Aiello che da una quindicina d’anni ha cominciato a diffondere in Friuli la cultura di un tempo misurato all’antica.

Continua l’opera di proselitismo a cura del circolo culturale Navarca di Aiello che da una quindicina d’anni ha cominciato a diffondere in Friuli la cultura di un tempo misurato all’antica attraverso il ripristino delle vecchie meridiane e la costruzione di quelle nuove. Ne sono così spuntate a bizzeffe, un po’ ovunque, ma in particolare nel paese che è adesso il cuore di questo piccolo sorprendente fenomeno, e cioè Aiello, dove ormai il numero degli orologi solari supera la cinquantina, visto fra l’altro che ogni anno a maggio si organizza una grande festa, in occasione della quale ne sono inaugurati sempre quattro o anche più, sottoposti poi a un concorso popolare per scegliere il migliore.

Ma la passione è arrivata anche in altre zone della provincia, montagna compresa dove alcuni giorni fa, in una bellissima giornata di sole, è stata festeggiata l’ultima nata fra le meridiane, realizzata da Aurelio Pantanali, presidente del Navarca, su una parete di un vecchio rustico ristrutturato e che adesso fa parte dell’albergo diffuso Il Grop, che si estende nei comuni di Ovaro, Raveo e Prato Carnico.

La meridiana, che abbellisce l’edificio di proprietà di Enrica Cimenti Agostinis, può segnare anche un momento significativo di incontro fra due Comuni che sono diventati famosi grazie proprio alla misurazione del tempo: da un lato c’è appunto Aiello e dall’altro la carnica Pesariis, celebre per la fabbrica di orologi e per il fatto che in questi ultimi anni è meta di tanti turisti richiamati dai grandi orologi antichi ricostruiti nelle vie e nelle piazzette e anche dal museo, messo insieme grazie a un gruppo di appassionati guidati da Amanzio Solari.

L’inaugurazione della meridiana nell’albergo diffuso, in località Patuscera di Entrampo di Ovaro, ha così fornito l’opportunità per annunciare l’inedito gemellaggio che potrebbe portare a un progetto turistico con cui proporre pacchetti che consentano di visitare, per esempio nell’ambito di un week

end, sia le meridiane nella Bassa sia gli orologi in Carnia. All’evento erano presenti i sindaci di Aiello, Roberto Festa, e di Prato Carnico, Omar D’Agaro, con gli assessori, e l’assessore Enio De Corte, esponente della Provincia, ente sotto la cui egida il progetto potrà diventare realtà.

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro